Derby Forlì-Cesena ad alta tensione, il cronista in diretta tv: "Ho subìto un pugno"

Alla decisione del direttore di gara, la troupe di Teleromagna, impegnata nella diretta televisiva sul canale 14 del digitale terrestre, sarebbe finita nel mirino di un ex dirigente del Forlì

Doveva essere il derby dell'amicizia. La sfida tra Forlì e Cesena si è conclusa con un crescendo di tensione, complice il rigore fischiato dall'arbitro Francesco Croce di Novara in pieno recupero per l'atterramento del bianconero Valeri ad opera di un giocatore biancorosso e che ha sancito la vittoria della capolista per 2-1. Alla decisione del direttore di gara, la troupe di Teleromagna, impegnata nella diretta televisiva sul canale 14 del digitale terrestre, sarebbe finita nel mirino di un ex dirigente del Forlì.

"Possiamo garantire che stiamo tutti bene - sono le parole del cronista Luca Alberto Montanari, che ha segnalato di aver subìto un pugno in faccia -. Sinceramente non ho capito più nulla, aggressione incredibile da parte di questo facinoroso. Sono senza parole, ho ricevuto un pugno in faccia". Montanari ha indicato il presunto responsabile. "E' l'ex presidente, il signor Fabbri ci ha aggredito. Così lo sapete anche da casa", ha proseguito.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Il signor Fabbri ci ha dato un pugno in faccia ed ha anche buttato a terra il nostro operatore Romano Natali. Incredibile", ha continuato nel racconto, tutto ripreso in diretta tv. Un collaboratore dell'emittente televisiva è intervenuto per chiudere la cabina riservata al giornalista. Dopo il gol di Alessandro, la diretta televisva si è conclusa anzitempo col cronista bersaglio di critiche. E anche in campo il clima era tutt'altro che sereno. Mentre il Cesena festeggiava i tre punti cantando in coro con i tifosi bianconeri "Un giorno all'improvviso", i giocatori del Forlì hanno circondato l'arbitro Croce per manifestare il proprio disappunto. E in sala stampa il presidente Gianfranco Cappelli ha negato la conferenza stampa post partita ai bianconeri: "Ho deciso che il Cesena rilascerà le sue dichiarazioni allo stadio Manuzzi". Forlì in silenzio stampa. Le uniche parole sono del presidente Cappelli: "Il rigore era inesistente. Alla Lega chiederò che sia esaminato il filmato della partita".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sulla Cervese alle prime luci del mattino, c'è un morto: chiusa al traffico la strada

  • L'auto sbanda e invade la corsia opposta: lo schianto è inevitabile, muore un uomo di 59 anni

  • Prima sfuriata temporalesca nel Forlivese, venti oltre i 70 km/h: crollano diversi alberi

  • Pauroso schianto, finisce nel fosso e cappotta: liberato dall'abitacolo dai Vigili del Fuoco

  • Attesi altri temporali, l'allerta meteo comunicata al telefono: "Ridurre gli spostamenti"

  • "Sei entrato nel cuore di tutti": tanta commozione per l'ultimo saluto a Fabio Lombini

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ForlìToday è in caricamento