Cronaca

Fase perturbata sulla Romagna, ecco le piogge tanto attese: tripla cifra sui rilievi, torna a crescere Ridracoli

E' una pertubazione al quanto benevola quella che in queste ore sta interessando la Romagna

Accumuli di pioggia, anche a tre cifre, sui rilievi. E' una pertubazione al quanto benevola quella che in queste ore sta interessando la Romagna. Precipitazioni ben distribuite, non violente e che posso esser ben assorbite dai terreni, che arrivano dopo un lungo periodo di siccità. All'origine della fase perturbata, che persisterà anche nelle prime ore di venerdì, un nucleo di aria fredda in quota giunto dall'Europa nord-orientale, scavando un minimo depressionario sul medio tirreno.

"E così arrivò l’occlusione che, in quella posizione e col tipo di evoluzione delle ultime 24 ore, privilegia particolarmente le zone collinari e pedecollinari delle province romagnole di Forlì-Cesena e Rimini, con accumuli di pioggia anche a tre cifre sui rilievi, laddove si somma l’effetto “stau” nei versanti esposti alle correnti da nord-est nei medi e bassi strati", illustra Pierluigi Randi, tecnico meteorologo certificato e meteorologo Ampro (Associazione meteo professionisti).

Nella pianura forlivese sono caduti tra i 40 ed i 70 millimetri di pioggia, mentre nell'entroterra spiccano gli oltre 127 millimetri di pioggia precipitati su Civitella. Torna a crescere il livello della diga di Ridracoli, a quota 532,35 metri alle 20.45, col volume salito a 13,38 milioni di metri cubi, pari ad oltre il 40,5% sul la capienza totale. La massa d'aria di provenienza scandinava ha portato ad un sensibile abbassamento delle temperature, con le massime che hanno oscillato intorno ai 13°C. "Farà freschetto ancora per un po' di giorni per la presenta di correnti settentrionali o nord-orientali".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fase perturbata sulla Romagna, ecco le piogge tanto attese: tripla cifra sui rilievi, torna a crescere Ridracoli

ForlìToday è in caricamento