Alluvione, primi contributi

Alluvione, contributi per gli sfollati: già 300 domande. E il Comune si prepara sul fronte bonus immediato sostegno

Per la gestione, l’aiuto nella compilazione e la consegna a mano della modulistica per l’ottenimento del Cas, il Comune di Forlì ha già potenziato da alcuni giorni la rete di supporto ai cittadini con l’apertura di uno sportello dedicato in Corso Diaz 6

Da una parte c’è il Cas, ovvero il Contributo di autonoma sistemazione che i cittadini alluvionati, costretti ad abbandonare le proprie case, possono richiedere fino ad un massimo di 900 euro. Dall’altra c’è il contributo per l’immediato sostegno, una prima, seppur parziale, forma di ristoro per tutti quei nuclei familiari direttamente danneggiati dall’alluvione. Per la gestione, l’aiuto nella compilazione e la consegna a mano della modulistica per l’ottenimento del Cas, il Comune di Forlì ha già potenziato da alcuni giorni la rete di supporto ai cittadini con l’apertura di uno sportello dedicato in Corso Diaz 6.

"Sono circa 300 le domande per il Cas che ad oggi sono pervenute al Comune di Forlì - rende noto il sindaco Gian Luca Zattini -. A queste vanno aggiunte quelle direttamente elaborate dai Caf convenzionati e dai sindacati, punto di riferimento importante per i forlivesi colpiti dall’alluvione. C’è tempo fino al prossimo 30 giugno per presentare la domanda". Il primo cittadino martedì mattina ha coordinato un momento di formazione del personale comunale che, a partire da mercoledì mattina dovrà affiancare i cittadini nella compilazione delle domande per l’ottenimento del contributo per l’immediato sostegno.
 
“L’approccio è lo stesso che abbiamo adottato per il Cas - illustra -. Metteremo in campo tutte le professionalità possibili per fare chiarezza e dare una mano a chi avanza le prime legittime richieste di sostegno di natura economica. Con noi ci sono ancora una volta i sindacati, i Caf e le associazioni di categoria del territorio, impegnate a loro volta nell’assistenza ai cittadini alluvionati.”

Come, dove e quando: la guida

Da mercoledì 7 giugno, sarà disponibile un ufficio comunale dedicato sia per il Cas che per il contributo per l’immediato sostegno allestito presso il salone comunale, ingresso Piazza Saffi 8, per affiancare i cittadini che avessero difficoltà nella compilazione dei moduli e per consegnare le domande a mano.
Lo sportello è aperto su appuntamento dal lunedì al venerdì dalle ore 8:30 alle 17:30 e il sabato dalle ore 8:30 alle 13:30. Per informazioni, supporto alla compilazione e prenotazioni, è possibile chiamare lo 0543 712173 (le prenotazioni sono aperte anche online al seguente link: https://prenotazioni.romagnaforlivese.it/forl/Info/27).

“Quattro operatori adeguatamente formati, messi a disposizione da tutti i servizi comunali, saranno pronti ad accogliere le persone per la compilazione della modulistica e fare chiarezza sui contenuti di una misura iniziale di rimborso spese attesa da centinaia di famiglie - conclude il sindaco -. Se necessario, alla luce delle richieste pervenute, potenzieremo il servizio e aumenteremo le postazioni allestite presso il salone. Intanto, mi preme ringraziare di cuore tutti gli operatori del Comune, l’Urp e i tecnici specializzati che stanno facendo sacrifici e lavorando a pieno ritmo per aiutare la nostra comunità alluvionata".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alluvione, contributi per gli sfollati: già 300 domande. E il Comune si prepara sul fronte bonus immediato sostegno
ForlìToday è in caricamento