menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Arrestato due volte in 24 ore: non lo fermano nemmeno i domiciliari

E' finito in manette due volte in meno di 24 ore: la prima per furto e rapina aggravata, la seconda - dopo aver evaso gli arresti domiciliari in attesa del processo per direttissima - per aver rubato una bicicletta

E' finito in manette due volte in meno di 24 ore: la prima per furto e rapina aggravata, la seconda - dopo aver evaso gli arresti domiciliari in attesa del processo per direttissima - per aver rubato una bicicletta da uomo nera in attesa di esser consegnata al legittimo proprietario. Protagonista in negativo della vicenda V.M. (le sue iniziali), un forlivese di 45 anni, già noto alle forze dell'ordine. Il primo arresto è stato effettuato nel tardo pomeriggio di domenica.

Intorno alle 19 una signora ha richiesto l'intervento del 113 per aver subito il furto in centro di una bici. La donna ha descritto perfettamente il ladro, consentendo alle forze dell'ordine di aver già un'idea sommaria di chi potesse trattarsi. L'individuo infatti era stato identificato poco prima del furto dalla Polizia.

Nel corso delle ricerche è arrivata una nuova segnalazione al 113 in merito ad un furto di una borsa commesso dallo stesso soggetto nei pressi dei Giardini Orselli. La vittima, una donna che si trovava seduta su una panchina con i figlioletti, ha cercato di bloccare il bandito, ma quest'ultimo ha avuto la meglio, riuscendo a dileguarsi.

Il tutto sotto gli occhi di un 18enne peruviano, che non ci ha pensato due volte, mettendosi all'inseguimento del malvivente. Tra i due c'è stata una collutazione nel corso della quale il 45enne ha avuto la meglio, ritentando la fuga. Ma ancora una volta è stato raggiunto e bloccato dal giovanotto, questa volta con l'aiuto di un altro passante e della Polizia, che l'ha arrestato per furto e rapina aggravata.

Recuperata nella circostanza tutta la refurtiva. In base al decreto svuota carceri, l'uomo è finito agli arresti domiciliari in attesa del processo per direttissima. Tuttavia lunedì mattina V.M. ha violato il provvedimento, venendo sorpreso da un passante in Corso della Repubblica mentre stava rubando una bici da uomo color nero nei pressi della Cassa dei Risparmi.

Il testimone si è rivolto alla Polizia, descrivendo il malvivente. L'autore corrispondeva al soggetto arrestato solamente poche ore prima. Il 45enne, rintracciato e arrestato per evasione, è comparso davanti al giudice per il processo per direttissima e condannato a 26 mesi. La bici si trova ora in Questura in attesa di esser consegnata al legittimo proprietario.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Forlì è al centro del Nonprofit: il 23 aprile si terrà l'open day

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento