Sabato, 20 Luglio 2024
Cronaca Bertinoro / Via Aldruda Frangipane 6

Leardo Ravaioli riceverà il "Global Business & Interfaith Peace Symposium and Swards"

Il CEO di Ghisamestieri Srl, Leardo Ravaioli, riceverà il "Global Business & Interfaith Peace Symposium and Awards" a Seoul il 7 marzo

La prima edizione del “Festival della vita in ricerca” (Fvr17), organizzato dal Museo Interreligioso e dal Comune di Bertinoro, è stato un momento di riflessione molto significativo sulla pratica del dialogo interreligioso. Grazie alla presenza di uomini come Brian J. Grim, presidente della Religious Freedom and Business Foundation (Rrbf), il Festival ha dato testimonianza al dialogo interreligioso attraverso le opere. Il presidente Grim, infatti, ha voluto incontrare i rappresentanti di alcune aziende che, con la loro sensibilità, hanno contribuito alla realizzazione di Fvr17, tra questi Leardo Ravaioli.

Da questo incontro, è nata la candidatura, curata dal Museo Interreligioso, di Leardo Ravaioli al Global Business and Interfaith Peace Awards. Esiste una via al dialogo interreligioso e alla pace che passa attraverso il lavoro e l’impresa. Spesso nel sentire comune e nel contesto socio-culturale contemporaneo, sono avvertiti come mondi tra loro separati. Invece, se ci si riflette, le relazioni tra questi mondi sono molto più profonde e complesse di quanto possa apparire a prima vista.

L’impresa, il lavoro e il dialogo interreligioso sono veicoli di sviluppo e di benessere sociale. Nel lavoro e nell’impresa, spazi pubblici dove si esprime la personalità di ogni uomo, il dialogo interreligioso permette la creazione di nuove attività economiche e la nascita di legami profondi tra uomini di comunità religiose diverse che spesso, per la prima volta nella loro esistenza, possono sentirsi parte pienamente attiva nella costruzione di un processo di pace avviato dalla società civile.

Tutto questo è una realtà che accade grazie a uomini come Leardo Ravaioli, titolare di Ghisamestieri; accade quando un’impresa sa che il proprio territorio è il mondo. Infatti Leardo Ravaioli e la sua azienda sono tra gli assegnatari dell’importante onorificenza del "Global Business and Interfaith Peace Awards", per la fondamentale attività svolta nel progetto umanitario che prevedeva di portare risorse sostenibili di acqua, cibo, educazione, illuminazione ed energia elettrica alle popolazioni cristiane e musulmane nella diocesi di Makeni in Sierra Leone, dopo la fine della guerra civile. Un progetto al quale collaborarono i Rotary Club "Forlì Tre Valli", "Forlì" e "Cesena".

Nella realizzazione del progetto, fu di grande importanza la collaborazione con mons. Giorgio Biguzzi, missionario saveriano presente in Sierra Leone dal 1975 e per lunghi anni alla guida della Diocesi di Makeni, anche nei momenti terribili delle guerra civile. Il progetto umanitario di Leardo Ravaioli, sostenuto da alcuni Rotary della Romagna, consentì di ricostruire quel tessuto economico e di relazioni sociali tra le comunità che era di fondamentale importanza per consentire alla pace di incarnarsi in una nuova vita quotidiana. Organizzato da Rrbf, il "Global Business and Interfaith Peace Awards" è il riconoscimento assegnato ai dirigenti d’impresa che hanno dimostrato la loro leadership nella difesa della comprensione e della pace interreligiose: la cerimonia di consegna delle onorificenze e il simposio si terranno a Seoul dal 7 all' 8marzo, alla vigilia dell'apertura dei Giochi Paraolimpici invernali di PyeongChang e saranno presieduti da Ban Ki-Moon, già segretario generale delle Nazioni Unite.

La giuria per l'assegnazione dell'onorificenza è formata da specialisti di lato livello, come Nassir Abdulaziz Al-Nasser, Alto Rappresentante dell’Alleanza tra le civiltà delle Nazioni Unite; Jàn Figel, Inviato Speciale per l’Unione Europea per la promozione della “Libertà di Religione e di Credo in Europa e nei Paesi extra-UE”; Katrina Lantos Swett presidente della comunità delle ONG operanti nella valorizzazione della libertà religiosa, già direttrice della Commissione sulla Libertà di religione del Congresso degli Stati Uniti d’America.

“Il lavoro svolto da Ravaioli”, ha sottolineato Grim, “è il perfetto esempio di quel lavoro per la pace, richiamato da papa Francesco all’inizio del 2018”. L’onorificenza assegnata a Leardo Ravaioli, vagliata dalle istituzioni più importanti del dialogo tra le fedi a livello globale, è la conferma di come il Museo Interreligioso sia capace di intessere rapporti internazionali di alto profilo, venendo riconosciuto come interlocutore autorevole da parte di enti ed organismi che collaborano e fanno capo alle Nazioni Unite.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Leardo Ravaioli riceverà il "Global Business & Interfaith Peace Symposium and Swards"
ForlìToday è in caricamento