Indice di criminalità, Forlì-Cesena scende in classifica. Preoccupano gli omicidi stradali

A preoccupare il dato legato agli omicidi stradali, dove la provincia è terza in Italia (sono stati 18), terza anche nella classifica degli omicidi colposi (24)

E' stata pubblicata la consueta classifica del Sole 24 Ore che fotografa l'indice di criminalità delle città italiane. I dati si riferiscono al 2019. Se la provincia di Milano si conferma la maglia nera per numero di reati denunciati nel 2019 in rapporto alla popolazione residente, Firenze è seconda e Rimini "conquista" il terzo gradino del podio. La provincia di Forlì-Cesena è 36esima nella classifica generale dei reati, 3548 denunce ogni 100mila abitanti. Netto il miglioramento visto che nel 2018 era 26esima.

Alcuni dati interessanti riguardano i reati che destano maggiore allarme sociale come i furti, Forlì-Cesena è 33esima. Netto miglioramento per i furti in abitazione visto che la provincia passa dal 17esimo al 39esimo posto, e anche per quanto riguarda i furti nei negozi (dall'ottava piazza Forlì-Cesena scende al 20esimo posto). Aumentano però le rapine visto che si passa dal 54esimo al 35esimo posto della graduatoria delle città. Forlì-Cesena è 73esima per i reati legati allo spaccio. E' invece 22esima per i reati legati alle violenze sessuali. A preoccupare il dato legato agli omicidi stradali, dove la provincia è terza in Italia (sono stati 18), terza anche nella classifica degli omicidi colposi (24).

A livello nazionale

La nella top 10 delle province a più alto tasso di criminalità (denunciata) si confermano le grandi aree metropolitane come Bologna (4ª), Torino (5ª) e Roma (6ª). Genova, invece, lascia spazio a Modena (10ª, con un +3,6% di denunce sul 2018). Tra quelle nelle retrovie della classifica in cui si è registrato, comunque, un incremento di reati spiccano piccole province come Verbano Cusio Ossola (84ª con un +11,6%), e Sondrio (102ª, +8,3%).

Tra i primati negativi si confermano alcuni “grandi classici” come Barletta Andria Trani in testa (e quindi la peggiore) per furti d’auto, Napoli in cima per il numero di rapine, Trieste per le frodi informatiche e Matera per gli incendi. Ma emergono anche alcune novità: Isernia è prima per estorsioni denunciate (+71,4%), mentre Bologna per violenze sessuali (+18,5%).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Attaccato dai cinghiali che aveva "adottato": il 65enne non ce l'ha fatta

  • Sciagura in viale dell'Appennino: pedone muore travolto sulle strisce pedonali

  • Muoiono in un incidente aereo quattro giorni dopo le nozze, lutto per un ex assessore

  • L'annuncio di Bonaccini: "L'Emilia-Romagna torna "zona gialla" da domenica"

  • Meteo, dicembre debutterà col freddo e la neve: fiocchi in arrivo a bassa quota

Torna su
ForlìToday è in caricamento