Chiama la Polizia per far "liberare" il suo appartamento e finisce nei guai

Il richiedente, un ottantenne forlivese, è stato denunciato a piede libero dagli agenti della Volante della Questura di Forlì

Ha chiesto l'intervento della Polizia riferendo che in una delle sue abitazioni vi era un extracomunitario che la occupava abusivamente. Ma dagli accertamenti sarebbe emersa un'altra realta. Il richiedente, un ottantenne forlivese, è stato denunciato a piede libero dagli agenti della Volante della Questura di Forlì con le accuse di "violazione di domicilio", "esercizio arbitrario delle proprie ragioni con violenza alla persona" e "violenza privata". I fatti si sono consumati martedì pomeriggio al quartiere Ravaldino.

Secondo quanto ipotizzato dal personale in divisa, ascoltando le testimonianze delle parti, il cittadino straniero, di nazionalità tunisina, aveva trovato un accordo di affitto con uno dei familiari dell'anziano in attesa di una regolarizzazione della posizione mai avvenuta, prima pagando una caparra e quindi alcune mensilità.

Il forlivese pretendeva invece che il tunisino, insieme alla compagna italiana e alla figlia, lasciassero l'abitazione. I poliziotti hanno cercato di tranquillizzare gli animi, riportando la situazione alla calma. Alcune ore più tardi una pattuglia delle Volanti è dovuta tornare sul posto poichè l'anziano non voleva lasciare la casa. Gli agenti hanno appurato che l'uomo si era presentato alla porta dell'abitazione, colpendola a calci. Al termine delle formalità di rito l'ottantenne è stato così denunciato a piede libero. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Non rispondeva al telefono: trovato senza vita seduto sul divano davanti alla tv

  • Si apparta per un incontro sessuale, ma l'altro pretende del denaro: una denuncia per estorsione

  • Drammatico incidente sul lavoro: resta incastrato in un tornio e l'avambraccio resta amputato

  • "Il coraggio di dire sì al Signore": giovane architetto forlivese lascia la professione e diventa monaca di clausura

  • Un sushi in salsa romagnola: dopo le cene a domicilio la famiglia decide di aprire un ristorante

  • "Volevamo avere qualcosa di nostro": tutta la famiglia si rimbocca le maniche ed apre un bar

Torna su
ForlìToday è in caricamento