rotate-mobile
Domenica, 26 Giugno 2022
Cronaca

L'ex si trasforma in uno stalker, minacce e improvvisi blitz: la Squadra Mobile mette fine all'incubo

La donna, secondo quanto ricostruito dagli investigatori, ha subìto persecuzioni, pedinamenti e aggressioni nel giro degli ultimi mesi, con particolare intensificazione degli episodi di minacce nei giorni scorsi

Non si rassegnava alla fine della storia e chiedeva insistentemente un incontro per riprendere i rapporti. Dalle richieste iniziali si è passati alla molestie e minacce tant’è che l’uomo era stato ammonito dal questore Lucio Aprile proprio per episodi di violenza domestica. Dopo un periodo di tregua, aveva ripreso recentemente  a seguire la vittima. Mercoledì, dopo che la malcapitata stessa si era rivolta la sera precedente ai detective della Questura, la svolta: l'uomo è stato infatti arrestato in flagranza dai poliziotti della Squadra Mobile, diretti dal dirigente Enzo Tarquini.

La donna, secondo quanto ricostruito dagli investigatori, ha subìto persecuzioni, pedinamenti e aggressioni nel giro degli ultimi mesi, con particolare intensificazione degli episodi di minacce nei giorni scorsi. Per questo motivo martedì sera si era recata in Questura per essere ascoltata dalla Squadra Mobile. Secondo la testimonianza della vittima, minacce, molestie ed aggressioni l’avevano costretta a vivere nell’ansia e nella paura che poteva accadere qualcosa a lei ed ai suoi familiari. Nella stessa serata sono state attivate quindi le procedure previste dal "codice rosso" e la Procura di Forlì, attraverso il pubblico ministero Filippo Santangelo, ha dato indicazioni agli investigatori di effettuare un attento monitoraggio della vittima.   

La mattina seguente i familiari della giovane hanno chiamato la Questura ed hanno riferito che lo “stalker” si aggirava nei pressi di casa e che, probabilmente, poteva recarsi sul luogo di lavoro della vittima. Così i poliziotti in borghese dalla Squadra Mobile sono andati sul luogo di lavoro e hanno chiamato al telefono la donna. Mantenendo la comunicazione telefonica e il contatto visivo, hanno invitato la donna ad uscire ed a salire sulla sua auto per tornare a casa.

Non appena la vittima è salita sulla macchina, lo “stalker”, improvvisamente, con fare aggressivo e nervoso, ha aperto rabbiosamente la portiera, infilandosi nell’abitacolo, strappandole di mano il telefono che la giovane stava utilizzando per parlare con i poliziotti. Proprio in quell’istante i poliziotti della Squadra Mobile sono saliti sull’auto ed hanno bloccato ed immobilizzato l’uomo che è stato arrestato in flagranza. Al termine delle perquisizioni e su disposizioni dell’autorità giudiziaria è stato portato in carcere in attesa della convalida. 

Nella foto il dirigente della Squadra Mobile, Enzo Tarquini

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'ex si trasforma in uno stalker, minacce e improvvisi blitz: la Squadra Mobile mette fine all'incubo

ForlìToday è in caricamento