menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lupa quasi in pianura, l'assessore: "Impossibile evitarlo, è protetto"

La vicenda della lupa investita e uccisa nei pressi di Pieve Salutare lungo la strada statale 67, in una zona a circa una trentina di chilometri dal parco nazionale riporta al centro del dibattito la controversa questione ambientale dei lupi

La vicenda della lupa investita e uccisa nei pressi di Pieve Salutare lungo la strada statale 67, in una zona a circa una trentina di chilometri dal parco nazionale e in generale ben lontano dalle aree più aspre e disabitate dell'Appennino tosco-romagnolo, riporta al centro del dibattito la controversa questione ambientale dei lupi. La presenza della lupa investita in una zona ormai di pianura, molto a valle rispetto alle aree di insediamento, e in aree densamente abitate, è un fatto anomalo e non giustificato da recenti eventi meteorologici (per esempio le intense nevicate del 2012).

Non se lo spiega neanche l'assessore provinciale all'Ambiente Luciana Garbuglia, che comunque ammette la difficoltà di un controllo faunistico attraverso la caccia ed abbattimenti mirati: “Non si potrebbe comunque fare nulla per impedirgli di muoversi fino a valle, sono una specie protetta". Tuttavia, l'assessore precisa che “i veterinari dell'Ausl stanno cerificando se si tratti davvero di un lupo, sarebbe molto strano la sua presenza in quel posto, potrebbe trattarsi di un qualche tipo di canide simile”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento