menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Più di 53mila multe nel bilancio della Polizia Locale. Arrivano anche i droni per rilevare gli incidenti

Maggior uso dei droni, che sono già quattro a disposizione della Polizia Locale dell'unione dei Comuni (il corpo perde la denominazione di Polizia Municipale per effetto delle nuove normative)

Maggior uso dei droni, che sono già quattro a disposizione della Polizia Locale dell'unione dei Comuni (il corpo perde la denominazione di Polizia Municipale per effetto delle nuove normative) e poi lotta a certe infrazioni gravi come l'uso improprio del contrassegno da disabili, o pericolose come il mancato uso delle luci dei ciclisti. Sono alcuni degli obiettivi di repressione e prevenzione che si è posto per il nuovo anno il corpo che è maggiormente preposto al rispetto delle regole sulla strada. 

Le novità

Nel 2020 arriverà la nuova sede del comando, come ha spiegato il sindaco Davide Drei. Si potenzierà l'uso dei droni. Lo spiega il comandante Daniele Giulianini: “Ne abbiamo quattro – tre 'leggeri' (sotto i 300 grammi) e uno 'pesante' - (sopra i 300 grammi, con otto persone formate come piloti). Attualmente vengono usati nelle verifiche edilizie e nell'attività di controllo nei risarcimenti per danni da eventi meteorologici estremi, ma li estenderemo anche ai rilievi degli incidenti stradali”. Altro passo importante: nel giro di un mese, aprirà un nuovo punto in centro storico, in corso Diaz. “Un ufficio distaccato che in futuro ospiterà un nucleo interamente dedicato alla sorveglianza del centro e in cui i cittadini potranno recarsi, in certi giorni della settimana, anche per fare denunce”, spiega il vicecomandante Andrea Gualtieri. Inoltre è presente nel comando di via Punta di Ferro un laboratorio sul falso documentale, grazie alla presenza di due agenti formati.

VIDEO - Il bilancio della Polizia Locale

I dati

La Polizia Locale, che è un corpo unico per l'Unione dei 15 Comuni della Romagna forlivese, ha operato nel 2018 con 131 vigili a tempo indeterminato e 15 determinati, 9 dei quali non sono stati rinnovati nel 2019. Ha gestito una mole di 72.062 chiamate alla centrale operativa. Sul fronte della sicurezza stradale i veicoli fermati sono stati 21.742, mentre i controlli con l'etilometro (pretest) sono stati 9.012, con 60 accertamenti di guida in stato di ebbrezza. Sull'assunzione di droghe alla guida le verifiche sono state 68 (tutte a seguito di incidenti stradali), con ben 11 persone trovate positive. Il caso più grave, nel corso del 2018, è stato un incidente stradale mortale dove il responsabile è stato trovato positivo sia all'alcol che agli stupefacenti.

I controlli hanno riguardato anche la velocità, con 500 servizi con autovelox e telelaser mobili, per un totale di 3.263 multe per eccesso di velocità. Sul fronte dei controlli con sistemi elettronici si annoverano anche i 192 con 'Targa systems' (un lettore automatico di targhe posto su un'auto di servizio), che hanno snidato 1170 mancate revisioni e 284 mancate coperture assicurative. In totale le multe nel 2018 sono state 53.839, di cui 16.698 dal sistema automatico di accesso alla Ztl 'Mercurio', e molte altre dalla sosta. Si rilevano però ben 629 sanzioni per la sosta non autorizzata negli stalli disabili. La gran parte delle multe, in questo caso, non sono per l'occupazione abusiva del parcheggio, ma l'uso improprio del contrassegno da parte degli accompagnatori. I veicoli controllati nei servizi mirati sui blocchi del traffico per l'inquinamento atmosferico sono stati 221. In totale i punti decurtati dalla Polizia Locale sono stati 9.115.

Gli incidenti stradali

Diverse sanzioni vengono fatte anche in occasione degli incidenti stradali (896, di cui 7 quelli con esito mortale rilevati dalla Locale): in totale sono state 1119, di cui 20 per guida in stato di ebbrezza, 11 per guida sotto l'effetto di stupefacenti, 20 con fuga ed omissione di soccorso. Ma nell'attività della Polizia Locale non c'è solo l'attività sulle strade: 493 sono stati i controlli su edilizia e ambiente (il nucleo impiega 5 vigili), 253 le verifiche sul commercio a tutela dei consumatori e 2888 gli ambulanti controllati (anche qui con un nucleo di 6 unità). L'attività di educazione civica si è espletata in 113 classi, con un totale di 2.628 studenti coinvolti.

Centro storico e rifiuti

Controlli specifici anche per il centro storico. Assieme alle altre forze dell'ordine il chiostro di San Mercuriale è stato oggetto di 151 servizi di vigilanza e le 354 verifiche sul decoro delle vetrine dei locali sfitti ha comportato l'emissione di 6 diffide amministrative. Le fototrappole nei punti di abbandono dei rifiuti non sono ancora messe a punto, dovendo funzionare secondo crismi di legge, tra cui i cartelli che avvisano dell'area videosorvegliata, ma sarà organizzato presto un nucleo contro gli abbandoni. Nel 2018 sono state elevate alcune multe per errato conferimento della raccolta differenziata.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento