Cronaca

Più sorveglianza sui parchi con le Guardie ecologiche e zoofile: 43 volontari in azione, potranno multare

Parchi più sorvegliati grazie al progetto “Parchi sicuri” che permetterà di mettere in campo in modo più incisivo Guardie Ecologiche Volontarie (Gev) e Guardie Ecozoofile.

Parchi più sorvegliati grazie al progetto “Parchi sicuri” che permetterà di mettere in campo in modo più incisivo Guardie Ecologiche Volontarie (Gev) e Guardie Ecozoofile. Grazie ad una convenzione col Comune di Forlì, e sempre sotto il coordinamento della Polizia Locale, scatta dal 1 maggio e fino alla fine dell'anno un'attività di sorveglianza sui parchi, ora più affollati che mai, a causa del divieto di spostamento tra Comuni e le diverse limitazioni causate dal Covid. I due gruppi di volontari effettueranno in media 3 servizi di controllo alla settimana, con turni di 6 ore ciascuno, toccando le aree verdi più affollate, come quelle di periferia. Nei rispettivi compiti potranno anche fare sanzioni in modo autonomo.

“Abbiamo da anni un supporto civico importante fatto da tutte persone formate da tempo, ma mai raggruppate sotto un unico progetto e col coordinamento della Polizia Locale. Con la loro opera i volontari presidieranno i parchi in modo capillare, senza lasciare indietro le piccole aree verdi a quelle di quartiere. All'occorrenza potranno anche sanzionare”, spiega il vicesindaco con delega alla Sicurezza Daniele Mezzacapo. I servizi saranno  prestati da 11 guardie Zoofile e 32 Gev, per un totale di 43 persone già formate sui regolamenti che effettueranno i primi 100 servizi e i secondi almeno 70 servizi fino alla fine dell'anno, con “pattuglie” di due persone operative per 6 ore. 

I volontari potranno elevare sanzioni nell'ambito delle loro competenze: il benessere animale le Guardie Zoofile e la tutela dell'ambiente, come viene indicato nei regolamenti comunali, per quanto riguarda le Guardie Ecologiche. “Per le altre violazioni al Regolamento di polizia urbana – spiega il vicecomandante della Polizia Locale Andrea Gualtieri – faranno segnalazioni alla nostra centrale operativa e se sarà necessario interverrà la pattuglia disponibile, oppure, se si tratta di fenomeni di degrado, sarà aperta la segnalazione per gli interventi del Comune”.  Alla Polizia Locale anche l'attività di coordinamento dei servizi, che saranno operativamente preparati dalle Gev, presiedute da Adamo Buitoni e guardie zoofile Earth Aldo Tagliaferri. L'obiettivo è rinnovare i servizi nel 2022, aumentando ancora il personale formato dato che per poter fare le sanzioni sono necessari corsi di formazione e qualifiche di guardie giurate rilasciate dalla Prefettura.

La Polizia Locale di Forlì in dieci mesi ha effettuato delle multe per il cattivo uso delle aree verdi: sono state 5 le sanzioni per accesso ai parchi oltre gli orari di chiusura, 6 le multe per i cani lasciati liberi nelle aree verdi, 4 i verbali per l'uso della bicicletta nei vialetti pedonali e una multa per bivacco. Ci sono anche 4 multe per l'accensione di fuochi, in particolare l'accensione di barbecue nell'area immediatamente esterna al parco urbano. “Nelle rispettive competenze siamo autonomi nel potere di fare le sanzioni, in quanto in servizio agiamo in qualità di 'pubblici ufficiali', ma il nostro scopo non è fare multe in giro, ma educazione e prevenzione”, concludono Buitoni e Tagliaferri.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Più sorveglianza sui parchi con le Guardie ecologiche e zoofile: 43 volontari in azione, potranno multare

ForlìToday è in caricamento