menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Polstrada Rocca, sindaci e cittadini manifestano in piazza: "Il distaccamento resti aperto"

Alla manifestazione indetta dal ‘Comitato civico SS67’ per sostenere la permanenza del distaccamento di Polizia stradale", presente anche il sindaco di Forlì Gian Luca Zattini

"No ai tagli sulla sicurezza". "La PolStrada non si tocca". "PolStrada strategica per il territorio". Questo il contenuto di alcuni cartelli. Una manifestazione pacifica. Forze politiche, primi cittadini dell'Unione dei Comuni della Romagna Forlivese, sindacati e associazioni hanno raccolto l'appello del "Comitato civico SS67", partecipando sabato mattina al presidio contro la chiusura del distaccamento della Polizia Stradale di Rocca San Casciano davanti al Municipio del Comune della vallata del Montone. Una manifestazione, è stato evidenziato, che non voleva avere nessun tipo di riferimento politico, ma far capire l’importanza di questo distaccamento nel territorio.

VIDEO: "La Polstrada non si tocca"

Il presidio di Rocca, è stato ricordato dal Comitato, "ha garantito la sicurezza in tutta la vallata ma soprattutto lungo la Statale 67, importante arteria che collega Ravenna e Firenze e già da tempo abbandonata dallo Stato e questo è dimostrato dai tanti interventi svolti dai suoi agenti lungo la strada statale 67 fino al passo del Muraglione, sia d’inverno quando soccorrono i tanti camionisti e automobilisti intrappolati dalla neve, sia d’estate sulla sorveglianza del traffico molto intenso per le migliaia di motociclisti che salgono fino al passo del Muraglione oltre ai pattugliamenti lungo la SS67 nel tratto di loro competenza e nei comuni circostanti".

Gli aderenti hanno rimarcato come il distaccamento di Rocca San Casciano abbia in questi anni "registrato il maggior numero di controlli e sanzioni soprattutto per quanto riguarda la guida in stato di ebbrezza oltre ad un’importante attività di prevenzione in particolare modo tra i giovani nonostante il numero veramente esiguo di agenti. A seguito del processo di “remotizzazione” il personale è operativo su tutto il territorio e la produttività è molto elevata; lo dimostrano gli elevati controlli preventivi e soprattutto dati elevati sulla repressione a seguito dell’abuso di alcol alla guida. Alcuni dati esplicativi riferiti all’anno 2019: veicoli controllati 4.400, persone controllate 5.127, infrazione al codice della strada rilevate 655 di cui 49 per guida in stato di ebbrezza alcoolica, oltre a 285 soccorsi".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento