Da Bologna a Forlì per prostituirsi in pieno giorno: nomadi nei guai

Si tratta di due nomadi, provenienti da campi rom di Bologna, già in passato attenzionate dalla Polizia

FOTO DI REPERTORIO

Nonostante il foglio di via firmato dal Questore, continuano a venire a Forlì per prostituirsi. Due "lucciole" romene, rispettivamente di 19 e 20 anni, sono state denunciate a piede libero dagli agenti della Volante della Questura di Corso Garibaldi nel corso di un servizio straordinario del controllo del territorio. Si tratta di due nomadi, provenienti da campi rom di Bologna, già in passato attenzionate dalla Polizia. Si prostituiscono in pieno giorno nei pressi del centro commerciale "I Portici" di via Colombo e della stazione ferroviaria. Un fenomeno più volte già segnalato dai residenti. Nel caso specifico le due ragazze sono state identificate sia nella mattinata di mercoledì che in quella di giovedì. Per entrambe, in appena 24 ore, una doppia denuncia.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Dea Bendata torna in Corso della Repubblica: colpaccio con soli 3 euro

  • Assalita nella lite condominiale a suon di 'terrona' e 'morta di fame': l'amara segnalazione di una donna

  • Due concorsi per una settantina di posti nel pubblico impiego, la Cgil organizza la formazione

  • "Terrona", il caso della lite condominiale finisce in tv: "Non sono razzista, insulti sotto l'effetto dell'ira"

  • "Ripuliva" i soldi delle fatture false in una sala giochi: riciclaggio sull'asse Faenza-Forlì, sequestro da un milione di euro

  • Escort e over 45, la trasgressione non ha età: il lato piccante e proibito di Forlì

Torna su
ForlìToday è in caricamento