rotate-mobile
Venerdì, 23 Febbraio 2024
Cronaca

Sgarbi piomba in una chiesa forlivese: "Qui c'è un'opera che è un capolavoro"

Il famoso critico d'arte, in viaggio da Ferrara a Città di Castello, ha fatto una sosta a Forlì nel primo pomeriggio, dove vive il suo braccio destro Sauro Moretti

Incursione di Vittorio Sgarbi a Forlì, nel primo pomeriggio dell'ultimo giorno dell'anno. Il famoso critico d'arte, in viaggio da Ferrara a Città di Castello, ha fatto una sosta a Forlì nel primo pomeriggio, dove vive il suo braccio destro Sauro Moretti. E proprio con Moretti e con il parroco don Mauro Ballestra ha fatto visita ad uno degli scrigni d'arte più importanti del territorio, vale a dire il Santuario di Fornò.

E' qui che la sua attenzione di critico d'arte è focalizzata sul tabernacolo 'Trinità con donatore', opera in marmo del '400 di Agostino di Duccio. Il critico d'arte è voluto salire su una scaletta per ammirare più da vicino l'opera, assistito dallo stesso don Ballestra, rettore del santuario, e da Moretti stesso. E' la terza volta che, nel corso dei decenni, Sgarbi si è recato al Fornò. “E' un capolavoro, un'opera unica al mondo dello scultore del Tempio Malatestiano di Rimini – spiega Sgarbi -. Anche la chiesa è meravigliosa”. Dopo la visita alla chiesa, Sgarbi si è intrattenuto con gli ospiti della comunità di recupero della Papa Giovanni XXIII, che si trova nella casa colonica adiacente al santuario, di cui è responsabile Andrea Luccitelli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sgarbi piomba in una chiesa forlivese: "Qui c'è un'opera che è un capolavoro"

ForlìToday è in caricamento