Sabato, 13 Luglio 2024
Tecnologie

Tecnologie in aiuto ai non vedenti: a Forlì fa tappa "La Carovana dell'Autonomia Urbana"

Verranno presentati strumenti, soluzioni e pubblicazioni che possono agevolare chi progetta e realizza strutture e servizi, nonché agevolare coloro che dovranno usufruirne per vivere in un ambiente urbano sicuro ed accessibile

"La Carovana dell’Autonomia Urbana". E' il titolo del progetto, promosso e organizzato in diverse città d’Italia dall’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti, attraverso le sue Sezioni Territoriali, finalizzato a portare un concreto aiuto per migliorare l’autonomia urbana delle persone non vedenti e ipovedenti grazie a una serie di soluzioni tecnologiche e documentali che l’Uici ha sviluppato con un grande lavoro di ricerca condotto in collaborazione con prestigiose realtà imprenditoriali e sociali che hanno creduto e si sono affiancate al progetto.

La presentazione avverrà giovedì 14 settembre dalle 10 alle 12 presso l’aula Icaro 2 del Liceo Classico “G.B. Morgagni” di Forlì, in Viale Roma 1/3: verranno presentati strumenti, soluzioni e pubblicazioni che possono agevolare chi progetta e realizza strutture e servizi, nonché agevolare coloro che dovranno usufruirne per vivere in un ambiente urbano sicuro ed accessibile. Sono invitati soci dell'Uici, autorità, volontari, rappresentanti politici, tecnici dell’amministrazione comunale e degli Ordini Professionali, dell’Azienda Sanitaria, delle aziende di trasporto urbano e ferroviario nonché gestori dei sistemi semaforici. "Il fine è quello di collaborare insieme a questo importante obiettivo", viene rimarcato.

Il programma dell’evento prevede, dopo i saluti istituzionali, la consegna e l'attivazione di un radiofaro Letismart che sarà collocato all'ingresso della sezione Uici, atto a identificare con precisione la porta di entrata, messo a disposizione gratuitamente dalla ditta Scen che ha realizzato questo sistema. L'installazione del radiofaro rappresenta la prima pietra di una soluzione sviluppata da Uici in sinergia con Scen su un'idea di Marino Attini, ingegnere ipovedente che ha messo a disposizione la sua esperienza professionale nel settore della microelettronica con una soluzione rivoluzionaria e nello stesso tempo semplice, che non richiede conoscenze informatiche, che non è legata a smartphone o altro strumento elettronico e che con soli due pulsanti permette a chiunque di identificare un punto preciso di destinazione.

"Oggi Letsmart è divenuta una soluzione di altissima affidabilità e livello tecnologico, il risultato di oltre sei anni di ricerca e sviluppo, con la fattiva partecipazione di un gran numero di disabili visivi, soci e non UICI, che lo hanno profilato e affinato sulle proprie esigenze e viene a rappresentare lo standard scelto da Uici per essere installato sul territorio nazionale, creando una rete che possa migliorare l'orientamento urbano delle persone con deficit visivo, affiancandosi e integrandosi perfettamente ai tradizionali sistemi come tattiloplantari o mappe tattili e inserendosi, con un peso di pochi grammi, nel tradizionale bastone bianco, senza inficiarne ergonomia e peso", viene spiegato. Verranno illustrate le principali caratteristiche del sistema Letismart e verranno donati alla sezione territoriale, nell'ambito del progetto UICI digitale, i due device che andranno a soddisfare le esigenze di chi utilizza il bastone bianco, di chi si muove con il cane guida e di chi è ipovedente.

"Per poter progettare al meglio una città accessibile è importante dare alle istituzioni e agli uffici preposti alla progettazione la massima collaborazione e mettere a disposizione tutte le informazioni che possono agevolare i tecnici - viene rimarcato -. Per questo il gruppo di lavoro 4 dell'Uici, denominato "vita indipendente" ha realizzato un volume intitolato “La Città del Presente” che raccoglie un gran numero di informazioni, consigli, suggerimenti e immagini con lo scopo di essere un comodo e semplice strumento di indirizzo alle diverse problematiche. Scritto in modo discorsivo e semplice, raccoglie le esperienze, le osservazioni e la ricerca di tutti i componenti di questo gruppo di lavoro che hanno creato quest'opera in oltre un anno di lavoro con l'obiettivo di donarlo a tutte le autorità presenti, nella viva speranza che possa realmente essere di supporto alla progettazione e alle fasi decisionali, senza entrare nello specifico degli articoli di legge ma dando soprattutto i giusti suggerimenti considerando le osservazioni evidenziate da parte degli utilizzatori finali e dei più accreditati esperti che l'UICI ha coinvolto per raggiungere questo importante obiettivo".

Durante l’incontro verranno proiettati due video audiodescritti che mostrano l'utilizzo pratico e reale, da parte dei disabili visivi, del sistema Letismart nell'ambito urbano e alcune interviste agli utilizzatori; a seguire una sessione di domande e risposte. Sarà poi dato spazio ai risultati della ricerca condotta, per due anni, in sinergia tra l'Uici e l’azienda Target srl grazie alla quale sono stati realizzati degli occhiali e dei copri occhiali, eleganti e nello stesso tempo efficaci, per migliorare la visione e ridurre i riflessi e abbagliamenti per soddisfare al meglio le diverse patologie legate all'ipovisione. Questa linea di prodotti è raccolta in un elegante espositore che sarà consegnato gratuitamente alla Sezione Uici, a titolo di campionatura, per permettere ai soci di provare le montature e le diverse lenti e realizzare l’occhiale più adatto ad ogni singola esigenza. La regia e la conduzione dell’evento sarà curata da Marino Attini, componente della direzione nazionale Uici, insieme al presidente sezionale, Fabio Strada, e al presidente Regionale Marco Trombini.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tecnologie in aiuto ai non vedenti: a Forlì fa tappa "La Carovana dell'Autonomia Urbana"
ForlìToday è in caricamento