Zona San Biagio, la protesta: il cambio di viabilità non è gradito a tutti

Devo constatare che la variazione dei sensi unici nella zona non è stato concordato con il comitato di quartiere", afferma un lettore

Un lettore di ForlìToday, Giovanni Tavoletti, non è soddisfatto della viabilità sperimentale che gravita attorno alla parrocchia di San Biagio. "Devo constatare che la variazione dei sensi unici nella zona non è stato concordato con il comitato di quartiere - afferma -. Il comitato aveva proposto che eventuali cambi della viabilità avvenissero previa consultazione dei cittadini della zona e dei genitori della scuola Dante Alighieri". Diverse le considerazioni di Tavoletti: "Il cambio dei sensi unici è stato deciso dall’assessore o dall’Ufficio Viabilità? Il tutto è avvenuto senza consultare nessuno e senza avvertire i cittadini. Tra le 8 e le 12 del mattino, gli operatori sono piombati nella zona e hanno realizzato nuove strisce orizzontali e cambiato segnaletica verticale. Questo ha causato confusione nei cittadini, penalizzando soprattutto coloro che dovevano essere i beneficiari del cambiamento, ovvero i genitori degli allievi della scuola Dante Alighieri. I quali sono stati i primi ad esprimere vibranti proteste".

"L’attuale piano del traffico cittadino, voleva privilegiare l’accesso al centro tramite l’ingresso in città dalle vie principali e l’uscita dalle vie secondarie - prosegue -. Questo al fine di favorire il centro storico. Ci troviamo invece nella situazione in cui il piano stesso è stato stravolto senza un progetto alternativo. Infatti Via Della Grata era prevista come via di uscita dal centro".

Terzo punto della protesta: "Via Dei Mille è una principale via di uscita dal centro ed è percorsa da coloro che provengono da Piazza del Duomo (Ordelaffi), da Piazza delle Erbe (Cavour) e da coloro che accedono al centro da Corso Garibaldi. Nella stessa via e nelle vie adiacenti vi sono molti residenti che parcheggiano in stalli a pagamento insufficienti. Ora ad essi è impedito di utilizzare i parcheggi a pagamento di Piazzetta Garbin (San Biagio) e zone limitrofe perché tutti debbono uscire verso la pericolosa rotonda di Piazza Santa Chiara".

Chiosa Tavoletti: 2Storicamente nel nostro comune ciò che inizialmente è stato considerato provvisorio è poi puntualmente diventato definitivo. Quindi chiedo che, finchè si è in tempo, l’Assessore alla Viabilità (e non gli uffici nei quali nessuno si prende tali responsabilità) si adoperi per risolvere questo grave problema dei residenti".

Quindi una proposta di soluzione: "La possibilità che da Via Dei Mille si possa accedere alla Piazzetta Garbin; oppure invertire il senso unico in Via Episcopio Vecchio per consentire ai cittadini della zona di collegarsi con Via Maroncelli e Corso Garibaldi senza dover obbligatoriamente immettersi nella rotonda di Piazza Santa Chiara. Ritengo infine che, qualora la politica generale del traffico cittadino debba essere rimessa in discussione, vada aperto un ampio dibattito che coinvolga i cittadini delle varie zone anche tramite referendum".

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Forlì usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I suoi nudi artistici fanno il giro del mondo, ma lei ha scelto Forlì: "La Romagna mi ha adottata"

  • Sciagura sui binari, morto un giovane travolto da un treno: traffico paralizzato per ore

  • Le rubano una bici elettrica, coppia finisce nel mirino della Polizia

  • Rapinatore armato dal dentista: arraffa l'anestetico, chiede scusa e lascia pure il "pagamento"

  • Pizza napoletana per la ricerca contro il Coronavirus: "Divieto ai cinesi? Chiedo scusa"

  • Forlimpopoli, brucia il tetto di un'abitazione: vigile del fuoco resta ferito in una caduta

Torna su
ForlìToday è in caricamento