menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pirini sfida Bersani: "Tutta l'estate dai terremotati, lui dov'era?"

Il segretario del PD Bersani , dal palco della festa del PD di Reggio Emilia, ha accusato quelli che ha chiamato i “dirigenti” del Movimento 5 Stelle di non essere andati nei luoghi del terremoto

Il segretario del PD Bersani , dal palco della festa del PD di Reggio Emilia, ha accusato quelli che ha chiamato i “dirigenti” del Movimento 5 Stelle di non essere andati nei luoghi del terremoto a portare solidarietà alle popolazioni colpite dal sisma. Una frase che fa mandare su tutte le furie Raffaella Pirini, consigliera comunale di Destinazione Forlì, che spiega che ci sono andati, a portare i generi di primo soccorso. Pirini è stata protagonista nei giorni scorsi di una forte critica nei confronti di Beppe Grillo, a sostegno del consigliere regionale Giovanni Favia, tanto che la sua presa di posizione è stata citata anche da Civati, sempre dalla festa nazionale del Pd a Reggio Emilia.

Non è tenera nei confronti del Pd la Pirini: “L’ottusità dell’apparato partitocratico che lo ha sospinto ai vertici del suo partito ha spinto Bersani verso una clamorosa duplice gaffe. E’ vero che i dirigenti del Movimento 5 stelle non sono andati nei luoghi del sisma, ma per il semplice fatto che il MoVimento non è rappresentato da alcuna casta di dirigenti. Al contrario, e questo è il suo secondo errore, decine di  consiglieri eletti, sindaci e attivisti sono andati ripetutamente nei luoghi della tragedia per portare beni di prima necessità”.

“Da Forlì, per fare un esempio banale, l'ultimo dei quattro viaggi è partito due giorni fa. Forse per Bersani  1500 chilogrammi di derrate alimentari consegnate nei territori colpiti dal sisma non saranno una grande cosa, ma per un gruppo di persone che spontaneamente si è attivato in soccorso delle popolazioni senza  le direttive dei "dirigenti di partito" tanto care  al leader Pd , è una piccola, ma al tempo stesso grande impresa che le popolazioni terremotate hanno comunque apprezzato”.

Questa la replica contenuta in una nota inviata oggi ai mass media dal Movimento 5 Stelle di Forlì,
E ancora: “Sui nostri blog sono postati da giorni foto e appuntamenti per le raccolte di aiuti. Qualcuno lo dica a Bersani, ammesso che i suoi dirigenti abbiano la consuetudine di aggiornarsi sul web”: continua la nota   del Movimento 5 Stelle di Forlì.

Prosegue la nota: “Altri attivisti, da tutta la Regione Emilia-Romagna e da altre Regioni, si sono rimboccati le maniche e sono andati a dare una mano nei vari campi autogestiti o comunque dove risultassero particolari necessità. Per non dimenticare poi la raccolta lanciata sul sito del M5S dell'Emilia-Romagna che assieme a parte degli stipendi dei consiglieri sta creando un fondo che sarà d'aiuto per la ricostruzione. “Siamo operativi, non presenzialisti – conclude la nota del Movimento 5 Stelle  di Forlì - . Nessuno effettivamente è andato a farsi propaganda politica nelle terre devastate dal sisma, per quanto sia difficile da comprendere ai vari “dirigenti” degli altri partiti. Non siamo saliti sul palco e non ci siamo andati con le bandiere e con la scorta, ma come semplici cittadini ad aiutare, nel nostro piccolo, altri cittadini in difficoltà. La gente colpita dal terremoto non chiedeva strumentalizzazioni politiche, ma soltanto aiuti tangibili  o anche solo la semplice solidarietà umana, la presenza, che come MoVimento non abbiamo voluto far mancare, senza tanta pubblicità.  Sì eravamo nei luoghi del sisma. Abbiamo portato aiuti tutta
l’estate. Dov’era Bersani per non averci visto? , conclude la nota di Pirini.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta che sa di casa: le zucchine ripiene

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento