menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Alternativa per Dovadola, al via serie di visite guidate

La lista elettorale “L’alternativa per Dovadola” si impegna a valorizzare Dovadola e i paesi della Vallata del Montone come località turistiche

La lista elettorale “L’alternativa per Dovadola” che candida per la carica di Sindaco Gabriele Zelli e per quella di consiglieri comunali Kabir Canal, Fabio Cappelletti, Marco Carnaccini, Linda Casamenti, Chiara Mattielli e Romualdo Sansone, si impegna a valorizzare Dovadola e i paesi della Vallata del Montone come località turistiche. Paese di fondovalle, segnato dal corso sinuoso del fiume Montone che lo attraversa in ben due punti (dal latino duo vadora, ossia due guadi, ne deriverebbe infatti il nome), Dovadola fu luogo abitato sin dalla preistoria.

All'epoca medievale è riconducibile la sua struttura urbanistica. Tra alterne circostanze, la maggiore importanza del borgo si ebbe ai tempi dei conti Guidi (XI-XIV secolo). Dopo il tramonto dei Guidi, Dovadola passò direttamente sotto il dominio della Repubblica fiorentina e ne condivise le vicende storiche fino al 1923, anno in cui il suo territorio venne annesso alla provincia di Forlì. Per conoscere più da vicino i luoghi di rilevanza storico-artistica di Dovadola, “L’alternativa per Dovadola” organizza tre visite guidate.

Primo appuntamento
Sabato 21 Aprile 2012
inizio alle ore 16.00
Visita guidata alla restaurata Chiesa di San Ruffillo
Punto di ritrovo presso la Chiesa, via San Ruffillo 1, Dovadola.
Condurranno la visita: Carlo Giannelli e Foscolo Lombardi.
Al termine (ore 17.30 circa) aperitivo.

Il complesso di Corte San Ruffillo ha origini antichissime. Nelle Ratio Decimarum del 1290 (il registro delle decime che venivano riscosse dallo Stato della Chiesa) questo luogo si chiamava “Plebis S. Rophilli”, era inserito all’interno della Diocesi di Forlimpopoli e pare sorgesse nel sito dell’antico castello dei Conti Guidi. La fondazione della Chiesa sarebbe datata intorno all’XI secolo, anche se la tradizione popolare fa risalire la casa canonica, la chiesa attigua, le cantine e i servizi annessi al periodo della predicazione di San Ruffillo Martire, vescovo di Forlimpopoli, morto a 90 anni nel 382 d.C.

Il restauro più noto risale al 1781. Fu Piero Leopoldo I a voler realizzare il recupero dell’intero complesso di San Ruffillo, a seguito del terremoto avvenuto proprio quell’anno. Piero Leopoldo I regnò come Granduca di Toscana dal 1766 al 1791 e fece ricostruire la Chiesa e la Canonica dall’architetto fiorentino Bernardo Fallani. In quell’epoca, infatti, la Corte si trovava nel territorio della Romagna Toscana. Ancora oggi sono visibili la cifra toscana nei portali e nelle cornici delle finestre in arenaria, su un fondo a intonaco tinteggiato.

Il nuovo volto del complesso, che lo ha reso così come gli ospiti possono ammirarlo, è frutto di un restauro iniziato nel 2008. L’intero complesso ha mantenuto la sua struttura originaria, attraverso il restauro conservativo, che ha voluto rispettare gli elementi tipologici e formali. La Corte è distribuita su 4 livelli, per un totale di 650 mq. Il complesso di San Ruffillo, tra interno ed esterno (tra edificato e corte di pertinenza) è oggi vincolato e protetto dalla Soprintendenza per i Beni Ambientali e Architettonici per le province di Ravenna, Ferrara, Forlì-Cesena e Rimini.

Visite guidate successive:

Sabato 28 Aprile 2012
inizio alle ore 16.00
Visita guidata al Santuario di Sant’ Antonio di Montepaolo
Punto di ritrovo presso il Santuario via Montepaolo n. 24 – Dovadola.
Condurranno la visita: Carlotta Bendi e Paolo Rambelli.
Nell’occasione verrà illustrato l’itinerario del “Cammino di Assisi” che ha come base di partenza Dovadola.
Al termine (ore 17.30 circa) aperitivo.

Domenica 29 Aprile 2012
inizio alle ore 10.00
Visita guidata al centro storico di DOVADOLA con il seguente itinerario: centro storico, Rocca dei Conti Guidi (solo esterno), Museo Benedetta Bianchi Porro, Oratorio di Sant’ Antonio e Abbazia di Sant’ Andrea (la Badia).
Punto di ritrovo Piazza Battisti – Dovadola.
Condurrà la visita: Gianluca Brusi.
Il termine della visita è previsto per le ore 12.00 circa.

I CITTADINI SONO INVITATI


Per informazioni: 3493737026

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta che sa di casa: le zucchine ripiene

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento