rotate-mobile
Politica

Bilancio consuntivo, la Lega replica a Forlì&Co: "Solo invidia, non hanno altro da proporre per la propria città"

Il gruppo consiliare della Lega alle dichiarazioni dei consiglieri comunali di Forlì & Co Federico Morgagni e Giorgio Calderoni sulla gestione del rendiconto 2020

"Sono proprio gli investimenti e la programmazione di opere pubbliche, quali anticamera della progettazione, gli elementi che hanno contraddistinto la Giunta Zattini in questo tragico 2020. Nonostante lo tsunami pandemico, le difficoltà dettate dall’isolamento e la crisi socio occupazionale generata dalle chiusure di molte attività economiche del territorio, la capacità di reazione al cambiamento dell’Amministrazione comunale è stata esemplare, figlia di quel cambio di passo tanto atteso dalla comunità forlivese e generatosi con la vittoria del sindaco Zattini". Il gruppo consiliare della Lega alle dichiarazioni dei consiglieri comunali di Forlì&Co Federico Morgagni e Giorgio Calderoni sulla gestione del rendiconto 2020 approvato nel consiglio comunale di giovedì scorso.

"Il rendiconto presentatoci dall’assessore Vittorio Cicognani è la cartina di tornasole del virtuosismo di questa Giunta che, al netto dei ristori del ‘fondone’ pervenuti nelle casse del Municipio a dicembre 2020 e, dunque, utilizzabili sono nel 2021, ha potenziato la sua capacità progettuale, inaugurato numerosi cantieri, erogato risorse straordinarie al mondo delle imprese, ai più fragili, alle famiglie in difficoltà, alla scuola e al panorama sportivo, senza mai mettere mano alla leva fiscale o alle voci di spesa corrente - viene sottolineato -. Si pensi all’importanza dei buoni spesa, erogati per circa 2 milioni di euro, ai contributi per la locazione, al sostegno rivolto, attraverso l’abbattimento delle rette, all’assistenza residenziale degli anziani, all’istituzione del Fondo casa, all’azzeramento delle rette di nidi e scuole per l’infanzia comunali, ai 400mila euro di ristori alle società sportive, all’annullamento del canone di occupazione del suolo pubblico per i pubblici esercizi (Cosap), ai 900mila euro di cui si è fatto carico il Comune per coprire i costi della Tarip relativa a utenze non domestiche".

"C’è questo e molto altro nel consuntivo approvato dalla Giunta Zattini e nella sua responsabile capacità di spesa - viene rimarcato -. Nessuno è stato lasciato solo, perché il Comune ha risposto all’emergenza sanitaria e a quella economica con prontezza e rapidità, attraverso strumenti concreti ed efficaci, rivolti alle esigenze reali della nostra comunità. Anche sul fronte dell’erogazione dei servizi pubblici, messi a dura prova dagli effetti del covid, l’Amministrazione forlivese non ha lesinato i propri sforzi, sapendone garantire la continuità e l’efficienza. Sono dunque pretestuose le critiche avanzate dal gruppo di Forlì & Co alla manovra di bilancio approvata nell’ultimo consiglio da questa maggioranza. Nell’acredine di Morgagni e Calderoni si cela l’insoddisfazione politica di chi non ha altro da proporre per la propria città, se non l’invida nei confronti di chi, con coraggio e lungimiranza, la governa".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bilancio consuntivo, la Lega replica a Forlì&Co: "Solo invidia, non hanno altro da proporre per la propria città"

ForlìToday è in caricamento