rotate-mobile
Lunedì, 22 Aprile 2024
Verso le elezioni

Elezioni, inaugurata la sede elettorale di Forza Italia. Il sottosegretario Ferrante: "11 milioni per la stazione"

Ferrante ha confermato “l’impegno del Mit per i cantieri del terzo lotto della tangenziale est”. L’occasione è stata utile anche per fare un punto su altre opere strategiche per la viabilità forlivese

Forza Italia si avvicina alle elezioni con una nuova sede aperta in piazza Saffi, sotto il municipio. Presente per il taglio del nastro il sottosegretario del ministero delle Infrastrutture e trasporti (Mit) Tullio Ferrante. Diversi esponenti politici hanno affollato i locali appena inaugurati, tra cui i responsabili territoriali, il coordinatore provinciale Giuseppe Bettini e quello cittadino Joseph Catalano, oltre che il capogruppo in  Consiglio comunale Lauro Biondi. Presente anche la deputata e presidente del coordinamento regionale di Forza Italia dell’Emilia Romagna, Rosaria Tassinari.

Ferrante ha confermato “l’impegno del Mit per i cantieri del terzo lotto della tangenziale est”. L’occasione è stata utile anche per fare un punto su altre opere strategiche per la viabilità forlivese. “Fra queste – ha spiegato il sottosegretario Ferrante -  vi sono il collegamento veloce Forlì-Cesena e la messa in sicurezza della SS67, su cui resta alta l'attenzione del ministero, nonché sull'imminente stipula del contratto di affidamento dei lavori della nuova casa circondariale di Forlì, previsto per i prossimi giorni”. Dall'esponente governativo è poi arrivato l'annuncio che ci saranno interventi  per  11 milioni di euro per la riqualificazione ed efficientamento sismico della stazione di Forlì entro il 2025.

Il sottosegretario ha rivendicato per Forza Italia “l’aver portato a casa l’approvazione del Codice degli Appalti e altre riforme in corso, grazie anche a bravi deputati come la vostra rappresentante Rosaria Tassinari”. Presente anche il sindaco di Forlì, Gianluca Zattini: “La sede in piazza Saffi contribuirà di sicuro a rafforzare la nostra coalizione anche in vista delle elezioni amministrative di giugno, perché gli avversari non sono dentro la coalizione, ma fuori, come dimostra la politica attuale”. Il sindaco ha poi rivendicato “la bontà di questi cinque anni del mandato nel governo della città, sbloccando dall’immobilismo la città e attirando tanti finanziamenti, fra cui i 77-80 milioni di euro del Pnrr da mettere ora a terra, e riducendo il debito da 88 a 60 milioni circa”.

Anche il primo cittadino ha ringraziato il Governo, il sottosegretario Ferrante e la deputata Rosaria Tassinari “per il grande lavoro a favore di progetti per la città di Forlì, fra cui l’atteso completamento del carcere o il progetto sull’ex monastero della Ripa”. Il sindaco Zattini ha rivendicato anche il fatto che l’attuale amministrazione “governa ed è sostenuta da persone e cittadini che sono di destra, di sinistra e di centro”. Zattini si è detto non preoccupato per la campagna elettorale perché, le sue parole, “i sinistri non hanno nessuna idea nuova”. Il tour del sottosegretario Ferrante, accompagnato dall’onorevole Rosaria Tassinari, è proseguito in Romagna e in Emilia per visitare cantieri di opere pubbliche e incontrare cittadini e dirigenti di Forza Italia.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni, inaugurata la sede elettorale di Forza Italia. Il sottosegretario Ferrante: "11 milioni per la stazione"

ForlìToday è in caricamento