Officine Maraldi, Zoffoli: "Fare chiarezza presto sul futuro dell’azienda"

"Auspico che le preoccupazioni dei lavoratori coinvolti e delle loro famiglie si superino positivamente e velocemente", afferma Zoffoli

Il presidente della Commissione Politiche per la Salute Paolo Zoffoli ha presentato sulla questione dell'Officine Maraldi un'interrogazione a risposta scritta per sapere se la Giunta regionale "sia a conoscenza della situazione e quali azioni intenda intraprendere perché si faccia chiarezza sull’azienda, essendoci in ballo il futuro delle famiglie di circa 50 lavoratori, in un territorio già duramente colpito dalla crisi".

"Nei giorni scorsi in Prefettura si è svolto un incontro richiesto dalle organizzazioni sindacali e dalle Rsu in contemporanea allo sciopero di 8 ore con presidio in via Ordelaffi, sede dell’azienda - spiega il consigliere regionale Zoffoli -. L'incontro in Prefettura, non è servito a chiarire il quadro della situazione e a dare ai dipendenti maggiore tranquillità sul proprio futuro: l’azienda infatti ha parlato di trattative ancora in corso riservandosi di fornire elementi aggiuntivi nelle prossime settimane".

"D’altra parte, per fortuna è stata annunciata la volontà di saldare le retribuzioni arretrate e i contributi ai fondi pensione con il primo incasso utile, previsto nel corso della settimana - continua il consigliere Zoffoli -. Sono stati già fissati un incontro a livello aziendale, da svolgersi la prossima settimana, che verificherà il mantenimento degli impegni presi. Auspico che le preoccupazioni dei lavoratori coinvolti e delle loro famiglie si superino positivamente e velocemente, anche nell’interesse di un territorio che intende tutelare le professionalità e le competenze esistenti". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Pensioni dicembre: pagamento anticipato, il calendario per ritirarle alla Posta

  • Porta loro da mangiare, viene aggredito dai cinghiali che aveva "adottato": trasportato d'urgenza al Bufalini

  • Attaccato dai cinghiali che aveva "adottato": il 65enne non ce l'ha fatta

  • Dopo la morte del figlio, l'anziana titolare si ritira: la prima fabbrica di cioccolato della Romagna è in vendita

  • Violento schianto frontale sul rettilineo: grave una donna, soccorsa con l'elicottero

Torna su
ForlìToday è in caricamento