Profughi, dura la Lega: "Non vogliamo altri immigrati nei nostri Comuni"

Questo il commento del Segretario della Lega Nord, Jacopo Morrone. "La situazione è al limite e il sistema prossimo al collasso. Siamo stanchi di dover “accudire” a tutti i costi decine e decine di extracomunitari"

"E' dell'altro giorno la notizia, passata in sordina, del trasferimento di 368 extracomunitari dal centro di accoglienza di Lampedusa a Vicenza, Verona, Venezia, Rovigo, Reggio Emilia, Rimini e Forlì. Il nostro è uno no senza riserve – non vogliamo altri immigrati nei nostri Comuni". Questo il commento del Segretario della Lega Nord, Jacopo Morrone.

"La situazione è al limite e il sistema prossimo al collasso. Siamo stanchi di dover “accudire” a tutti i costi decine e decine di extracomunitari che giorno dopo giorno invadono il nostro territorio incidendo sulla vita delle nostre famiglie. Stiamo continuando a scialacquare miliardi di euro che invece di essere impegnati per garantire a questa gente la scheda telefonica e la biancheria pulita, potrebbero essere riservati ai romagnoli e alle loro priorità".

"L'accoglienza di questa gente non deve essere scontata ne tantomeno un obbligo nei confronti dei nostri cittadini che di fatto ne sostengono i costi di vitto e alloggio - continua il segretario leghista - a tutto questo vanno aggiunte le spese per l'assistenza sanitaria e il monitoraggio continuo per la prevenzione di focolai infettivi. Uno sperpero senza precedenti di soldi pubblici che nessuno ci ridarà indietro".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Un'invasione senza sosta di cui gongolano le cooperative rosse "affamate" di immigrati e impegnate ad accaparrarsene l'ospitalità. Un'accoglienza , la loro,dettata non certo da spirito caritatevole, ma solleticata dai trasferimenti statali (più di 30 euro al giorno per ogni singolo immigrato) che ne lubrificano i portafogli e le casse.", chiude Morrone.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Per un numero sfiora il colpo da 500mila euro: giovane gioisce con una vincita al 10eLotto

  • Coronavirus, a breve un nuovo decreto: nuove regole più ristrettive

  • Coronavirus, possibile stretta in vista: a rischio chiusura ristoranti, parrucchieri e palestre

  • "Qui non si entra con la mascherina", due multe per l'agenzia. Il titolare a Canale 5: "Non le pago"

  • Servizio delle Iene scopre un carabiniere forlivese adescatore di una 13enne

  • Ha sfamato intere generazioni di forlivesi e non solo: addio al papà del Panoramico

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ForlìToday è in caricamento