Mercoledì, 28 Luglio 2021
Politica

Sicurezza stradale, il M5S: "Via la patente per chi guida con lo smartphone"

Lo dichiara il parlamentare Carlo Ugo De Girolamo, membro della commissione Trasporti della Camera dei deputati

"Trasparenza sulle spese derivanti dalle multe dei Comuni, via la patente per chi guida con lo smartphone, autovelox anche in ambito urbano e doppio senso ciclabile come già sperimentato con successo in diverse città”. Lo dichiara il parlamentare Carlo Ugo De Girolamo, membro della commissione Trasporti della Camera dei deputati. "Sono queste le principali proposte parlamentari che lanceremo tramite emendamento come gruppo del Movimento 5 Stelle in occasione della prossima discussione del ddl annunciato dal Ministro dei Trasporti Danilo Toninelli dedicato alla sicurezza stradale in ambito urbano - continua il deputato penteastellato -. Misure che saranno fondamentali per garantire più sicurezza anche nei Comuni della provincia di Forli-Cesena".

EMERGENZA SICUREZZA URBANA – “I dati Istat diffusi che hanno visto nell’ultimo anno un +2.9% di morti da incidente stradale (3.378 nel 2017) dimostrano che siamo di fronte ad un fenomeno da arrestare immediatamente attraverso misure che invertano la tendenza - illustra De Girolamo -. Secondo gli ultimi dati il 74% degli incidenti stradali avviene in ambito urbano. L’indice di mortalità colpisce prima di tutto i pedoni con un indice di mortalità di 3,1 morti ogni 100 incidenti, i motociclisti (1.6 morti ogni cento incidenti ) i ciclisti 1.6 (ogni 100 incidenti) mentre gli occupanti di autovetture 0.7 ogni 100 incidenti.   li incidenti stradali hanno anche un grande costo sociale: 19,3 i miliardi di euro spesi nel 2017 (1.1% del PIL). Le prime tre cause di morte su strada sono la distrazione (16% causato anche dalla guida guardando smartphone), il mancato arresto ai semafori e alle precedenze (14,5%) e infine l’eccesso di velocità (10%)".

LE PROPOSTE PARLAMENTARI M5S - "Serve trasparenza vera sui proventi delle multe, che vanno realmente destinati per il 50% ad illuminazione, piste ciclabili, messa in sicurezza strade, manutenzione stradale, segnaletica e prevenzione" spiega l'esponente pentastellato. 

VIA PATENTE PER CHI GUIDA CON SMARTPHONE - "Altra misura fondamentale e' l'aumento delle sanzioni per l'uso di smartphone alla guida prevedendo anche il ritiro della patente come gia' proposto e approvato nella scorsa legislatura in un ramo del Parlamento. E' una misura fondamentale richiesta da chi opera ogni giorno sulla strada per garantire la nostra sicurezza", continua il parlamentare.

CONTROLLO VELOCITA’ IN CITTA’  - "Per garantire ancora piu' sicurezza e una mobilita' attiva (pedonale e ciclabile) in ambito urbano va infine rivista la normativa sul controllo della velocita' in ambito cittadino, oggi la norma vieta l'installazione di autovelox in aree urbane dove spesso molti conducenti di auto mettono a rischio l'incolumita' propria e altrui non rispettando i limiti di velocita' che garantiscono sicurezza", spiega de Girolamo.

DOPPIO SENSO CICLABILE - "Tramite un nostro emendamento proporremo poi una norma sul doppio senso ciclabile, questo dopo che tante citta', italiane e estere, hanno gia' introdotto con successo questa modalita - conclude  il pentastellato -. Sono certo che su questi provvedimenti troveremo un'ampia maggioranza parlamentare che andra' a migliorare il gia' ottimo testo annunciato dal Ministro Toninelli".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sicurezza stradale, il M5S: "Via la patente per chi guida con lo smartphone"

ForlìToday è in caricamento