Sport

Dopo le olimpiadi la Poderi dal Nespoli alla caccia della post season

Il manager Francisca ha a disposizione tutto il resto del gruppo

Il softball italiano ricomincia il campionato nazionale a quasi due mesi dall'ultima partita. Con quattro turni ancora da giocare, di cui tre in campo esterno, Forlì riparte proprio da una trasferta. Sabato le forlivesi giocheranno sul diamante di Collecchio, e la sfida è già decisiva ai fini della qualificazione ai playoff scudetto.

Abituata a stazionare nelle parti alte della graduatoria, per la squadra romagnola deve suonare strana la possibilità che, incassando uno 0-2, si vedrebbe superare dal Collecchio e soprattutto andrebbe quasi certamente a compromettere il finale di stagione. Attualmente il record forlivese è di 7 vinte e 5 perse; le avversarie hanno un bilancio di parità, 7-7, con due partite in più per aver anticipato un match programmato per il fine stagione. Con queste premesse, la Poderi dal Nespoli ha un evidente risultato minimo da conseguire, che è il pareggio, e uno da evitare a qualunque costo, cioè lo 0-2; quanto a un 2-0, forse non garantirebbe la sicurezza della post-season, ma di sicuro risolverebbe parecchi problemi. Proprio il 2-0 era stato il risultato della serie di andata, ma eravamo ancora a fine maggio, e purtroppo rispetto a ad allora Forlì avrà una Piancastelli in meno.

Ma c’è anche una lettura positiva della classifica, la Poderi dal Nespoli come detto terza in classifica è si a due lunghezze di vantaggio sul Collecchio ma è ad una sola lunghezza dietro la formazione bolognese delle Blue Girls, seconda classificata, una sola gara divide le due squadre, inoltre la formazione bolognese è ancora in corsa, almeno matematicamente, anche per la prima posizione per ora detenuta dalle Thunders Castellana. 

Tornando alla formazione forlivese come detto in questa fase finale sarà priva di Piancastelli che come l'anno scorso, l'azzurra, emblema della Nazionale e fra le migliori giocatrici del campionato, è rientrata negli Usa per disputare un torneo Pro. Per sostituirla la società si è rivolta oltre frontiera: e di giocatrici straniere ne arriveranno, sia per il campionato sia per l'imminente Coppa Campioni (Udine, settimana di Ferragosto), ma non subito: e quindi Forlì giocherà senza Piancastelli e senza ulteriori rinforzi ambedue le prossime due partite, questa contro Collecchio e la settimana prossima contro Bologna.

Il manager Francisca ha a disposizione tutto il resto del gruppo: sia quelle rimaste in Italia ad allenarsi; sia la lanciatrice olandese Leonella Elizabeth che ha giocato sporadicamente in patria, ma almeno ha giocato; sia le altre tre che -oltre a Piancastelli- hanno vestito la maglia azzurra a Tokyo: Cacciamani, Ricchi e Vigna sono certamente in ottima forma ma anche tanto, tanto stanche dopo aver giocato nel giro di un mese prima gli Europei e poi le Olimpiadi. Al manager olandese il difficile compito di centellinarne le energie in questo mese di agosto in cui Forlì si giocherà la Coppa Campioni e la fase finale del campionato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo le olimpiadi la Poderi dal Nespoli alla caccia della post season

ForlìToday è in caricamento