menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

FulgorLibertas, bella a metà: alla fine brinda Trento 55-59

La Gamberi Credito spunta un buonissimo primo tempo ma all'intervallo Trento cambia registro, innesta il turbo, alza la difesa e vola via coi punti di Pascolo e Elder. Nel finale Ferguson sbaglia la tripla del possibile supplementare

Forlì non saluta con un successo l'esordio delle maglie rinnovate con la doppia sponsorizzazione Le Gamberi Foods - Credito di Romagna e nella quarta giornata di Gold sono artigliati dall'Aquila Trento. Dopo un primo tempo da applausi per dedizione e amalgama difensiva (chiuso a +7, 30-23), i ragazzi di Galli cedono alla netta supremazia fisica dei trentini (il -21 nel computo totale dei rimbalzi, 49-28, dice molto) subendo le rigide maglie difensive ospiti.

Presa una bella imbarcata nel terzo periodo (appena 9 punti segnati ma 26 i subiti, in buona parte da Elder e Pascolo, quest'ultimo indubbiamente MVP con 19 punti + 17 rimbalzi) nel finale di match Forlì ha comunque trovato energie e cuore per guadagnarsi – sfruttando un imprevedibile calo dell'Aquila – una triplice occasione di rimettere in piano le sorti. A 11” dal gong, addirittura, per pareggiare sul punto 58. Chance purtroppo gettata via da Ferguson poco lucido nel tentare un tiro forzato dall'angolo. Nella generale prestazione non sufficiente, parzialmente scusabili Crow, Jazz e Sergio per le precarie condizioni fisiche (virus e contrattura); affatto da perdono, invece, il play Saccaggi e l'ala Eliantonio.

Basile subito della mischia per Jazz debilitato da virus intestinale è la nota di sorpresa d'avvio. Per il resto è tutto come previsto. A parte le enormi difficoltà trentine in area di Forlì, palesate dalla doppia infrazione di passi per di Lechtaler (al suo ingresso nel II quarto, non meglio farà Baldi Rossi). Forlì s'affida al corri e tira ma non raccoglie grandi frutti, e al 3'10” è sotto 4-5. L'FL è però tenace, in difesa molto ben disposta, a rimbalzo per nulla in soggezione e Cain può firmare, dalla lunetta, il primo sorpasso: 4', 6-5. Troppi errori al tiro, sotto il cesto la difesa Aquila è un fortino invalicabile, sono zavorra pura e l'aereo biancorosso non decolla. Primo guizzo lo assesta il “bro” Luigi Sergio che raddrizza un doppio errore di Sacca e Crow: 10-9, 9'. L'apatia generale, resta, come una cappa di nebbia. A squarciarla, due lampi made in USA, negli ultimi 10” di quarto: Cain inchioda superbamente un cesta già fatto di Pascolo e sulla transizione Ferguson scocca la bomba del comunque mesto 13-11 di fine periodo. La Gamberi Credito torna immantinente ai ritmi pre intervallino: molti tiri dalla media, basse percentuali; il tutto compensato da una buonissima difesa, ermeticamente chiusa in area (da notare, al 20', oltre allo 0 del tandem Lechtaler-Baldi Rossi, i soli 2 punti di Elder). Il permissivismo della terna arbitrale smorza ritmi FL che spinge meno di quanto dovrebbe al cospetto di una squadra muscolare come l'Aquila. Ferguson con 7 punti consecutivi mette la firma sul match (24-18, 17') mentre sull'ennesimo fallo non fischiato (su Sergio) il PalaFiera rumoreggia. E' la grinta a grana grossa dei romagnoli a scaldare il PalaFiera: da Basile a Sergio, il cuore è chilometri oltre l'ostacolo. Crow sgancia due mine, spazza via l'opacità dei primi 20', e scaraventa la Gamberi Credito a un meritato +7, 30-23. L'intervallo è occasione d'oro per Buscaglia per raddrizzare la navicella Trento. Il primo granello di sabbia negli ingranaggi biancorossi lo mette l'ex di turno, l'amato Toto Forray (30-26). Cain conferma il proprio dominio ma non basta a muovere la Gamberi Credito, ferma, prevedibile, priva dell'energia di Jazz. La partita resta in generale bruttina. Peggiora emotivamente, colpa Triche che piazza la tripla della definitiva riapertura dei giochi: 33-32 (23'30”). Basile infila da 6.75 metri ma le brutte notizie sono dietro l'angolo e si chiamano Elder e Pascolo. Le due punte Aquila cominciano, infatti, a macinare punti (anche dalla lunga) e rimbalzi per il parziale che in 4' vale il -8, 37-45 (27'20”). Forlì prova a reggere l'urto con la difesa a zona e tanta volontà, quella che ti fa lottare su ogni palla. Ma due perse di Ferguson e le qualità di Pascolo aggiustano ancor di più il gap: 39-49. Primi scambi dell'ultimo periodo sono miele per i 2500 del PalaFiera: sull'asse “C” (Cain-Crow) i neri tornano visibili, a -6, 43-49 (31'30”). Un solco che dà speranze, rinforzate ancor di più dal centrone FL che concretizza con un 2/2 dalla linea libera: 47-51 (34'). Forlì difende, il pubblico la segue. E' il momento di mordere. Invece, no. Troppe occasioni sono gettate via: Ferguson e Saccaggi si isolano, tentano di salvare da soli la patria senza però capire come far saltare la ferrea difesa dell'Aquila. Spanghero pianta un chiodo sul match, il +10, a soli 4' dalla fine: 47-57. Cain, Crow sparacchiano mentre il tempo corre più Bolt. Il match sembrerebbe già indirizzato verso il paese delle mele. A fermare tutto ci pensano i trentini che un po' sopiti regalano due palle a Forlì. Magicamente è di nuovo gara in bolla, appena 6 punti separano le contendenti: 51-57. Mancano 2'. Quando Crow insacca la bomba per il boato dei fans e il -3 dei suoi (55-58) all'appello mancano solo 60”. Forlì spera. La stella fortunata però è eclissata da Ferguson che non alimenta i compagni (Crow in primis) ma s'interstardisce ad attaccar ferro, sbagliando. Pascolo lo segue e a 11” regala l'ennesima occasione alla Gamberi Credito. Dalla rimessa Buscaglia lascia giocare ed ancora Jazz sceglie di complicarsi la vita scagliando, marcato, dall'angolo una tripla che scheggia appena il ferro. C'è tempo per un fallo e l'1su2 volontario di Spanghero. Finisce 55-59.

Le Gamberi Foods Credito di Romagna 55
Aquila Trento 59

FULGORLIBERTAS – Ferguson 16, Saccaggi 4, Ravaioli, Sergio 2, Crow 16, Eliantonio, Filippini Battistini ne, Gualtieri ne, Cain 14, Basile 3. All. Galli
AQUILA TRENTO – Triche 10, Pascolo 19, Baldi Rossi, Forray 6, Fiorit, Molinaro ne, Valer ne, Elder 11, Lechtaler 3, Spanghero 10. All, Buscaglia.

PARZIALI – 13-11; 30-23; 39-49
ARBITRI – Ciano (PI), Belfiore (NA) e Galasso (SI)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Forlì è al centro del Nonprofit: il 23 aprile si terrà l'open day

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento