rotate-mobile
Giovedì, 11 Agosto 2022
Sport

FulgorLibertas, ko a Veroli 76-60: la retrocessione è a un passo

Veroli domina a rimbalzo, argina le bocche da fuoco romagnole (Ferguson in primis) e mette a segno il successo che precipita Forlì a un passo dal burrone della Silver. Un ultimo quarto disastroso decide un match comunque equilibrato.

La matematica ancora lascia speranze ma forse, da stasera, Forlì ha davvero imboccato la buia strada che porta a scendere in Silver; strada dalla quale solo un miracolo potrebbe distoglierla. Con Jesi a sorpresa vincente sulla capolista Trento, la quota salvezza sale a quote lunari, 6 punti. Tanti quante le partite mancanti alla fine della regular season. Forlì, per risorgere, dovrà in pratica metter a segno tutti i colpi a disposizione (il primo, con la già retrocessa Imola, il 16 marzo) e sperare che i marchigiani inciampino almeno tre volte. Con il previsto rientro di Goldwire, il turbo inserito da Maggioli nell'ultimo mese, difficile si realizzi. Sicuro i biancorossi non molleranno, come d'altronde non hanno mai fatto. E questo, comunque vada, è un merito che gli va già riconosciuto.

La partita. Forlì fulmina il lassismo ciociaro (1-8, 3') con le usuali delicate incursioni dell'arciere, Crow. Il blitz emotivo lo mette però a segno Tyler MVP Cain che, in barba alla distorsione con interessamento ai legamenti rimediata sabato, gioca da subito e lo fa con spirito leonino. Nel torpore del palas frusinate è Casella (6) a tener a galla i suoi (11-12). Al 10' è 14-17, per Forlì. Il secondo quarto segna il primo cambio di rotta. Ad accendersi infatti, sono Jamarr Sanders e il “panchinaro” Blizzard. Il colored ciociaro mette i cesti del primo break ciociaro (21-17, 11'30") rintuzzato da Crow a suon di triple (26-25, 13'). A nulla valgono le difese romagnole: è il momento della guardia ex Tobacco League che da par suo ingrana la 5a e guida per il 10-0 del +11, 36-25 al 15'10". Cittadini e Samels stringono la tenaglia su Cain. Forlì trova soluzioni da Saccaggi, Crow e Jazz (3) per il guizzo della ritrovata speranza: 0-7, 38-35 (17'45"). Sulla sirena Ferguson sbaglia la bomba del -1 e il tempo si chiude sul 41-37. Forlì è in partita nonostante il solito apporto nullo della panca. La ripresa vede sempre Veroli a presidia il quadrato. Forlì tenta l'aggancio dalla lunga (triple di Jazz e Sergio, 45-43, 23'20"). L'abbrivio è buono ma il 4° fallo di Sergio costringe in campo il ben poco proficuo Eliantonio. Sono istanti di equilibrio: l'FL sparacchia ripetutamente, Veroli punta tutto solo in area dove Cittadini tiene banco (chiuderà con 15 rimbalzi totali) e si oscilla intorno al +3 GCZ. Basile (3) e Rosignoli tengono alto il ritmo e all’ultimo mini riposo Veroli è avanti 53-52. L’ultimo parziale è avaro di spettacolo. Cittadini mette il cuneo mentre Forlì comincia a faticare terribilmente a trovare una chiave per aprire la difesa locale. La fuga decisiva è dietro l'angolo: Samuels prima poi Sanders consentono a Veroli di allungare fino al 59-52. Forlì picchia il ferro, Casella no: è -10, 62-52 al 35′. Veroli è ormai padrona. A sancire il fine anticipato è lo 0/2 dalla lunetta di Cain sul 63-54. Gli ultimi minuti scappano con l'FL in bambola. Finisce 76-60.

BASKET VEROLI - Sanders 12, Cittadini 13, Rossi 3, Tomasssini 2, Samuels 15, Blizzard 14, Casella 12, Carenza 5, Ondo Mengue ne, Giammò. All. Ramondino
CREDITO DI ROMAGNA FULGORLIBERTAS - Basile 3, Cain 16, Crow 14, Ferguson 8, Saccaggi 7, Eliantonio 2, Sergio 8, Rosignoli 2, Mascherpa ne, Ravaioli ne. All. Galli
ARBITRI - Di Toro, Ceratto, Pisoni
PARZIALI - 14-17, 41-37, 53-52, 76-60

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

FulgorLibertas, ko a Veroli 76-60: la retrocessione è a un passo

ForlìToday è in caricamento