menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

FulgorLibertas, Frassineti sempre più obiettivo mercato

"Sondata" l'ala forlivese, il ds Costa pare prima intenzionato a chiudere altre caselle del quintetto con un comunitario e un passaportato: in lizza la guardia italo-argentina Bernardo Musso e il 4 inglese Nick George.

Una serie di crocette rosse, tante quanti sono i “no”. Aprire il quaderno dei desideri del mercato FulgorLibertas per la prossima stagione equivale a fare i conti con la realtà di una società sana ma appena uscita da un febbrone da cavallo (leggasi, buco di bilancio), piena di voglia di far bene ma senza molte energie economiche. Condizione che si riverbera sul mercato a oggi “ricco” della sola conferma di Nicola Natali. Panorama parecchio asfittico rispetto alle cannonate piazzate da Veroli (Bruttini, Hunter), Pistoia (Hicks), Verona (McConnell e Ganeto), Trento (Garri) o alle conferme di sostanza della Junior Casale. Andando per ordine, partiamo dall'ex Lee Goldwire che semplicemente non piace. Per ora, tra i niet pure Daniel Teague e la guardia Jermaine Boyette; entrambi sarebbero ottimi acquisti, atleti-certezza per la LegaDue ma ancora “sparametrati” rispetto alle tasche mignon di casa biancorossa per cui non sono stati neppure valutati. Altri nomi da disillusione pura sono il 4/5 Luca Garri (firmato oggi da Trento) mentre la guardia Anthony Jones, capocannoniere delle ultime due stagioni in Slovacchia con 27 punti a partita, avrebbe fatto atto di fede agli Skyliners di Francoforte.

Le piste calde però ci sono. E, pur se in salita, potrebbero portare Forlì lontano. Anzitutto le voci che davano Matteo Frassineti nel mirino della FL, sono diventate realtà: dopo giorni di silenzi, Forlì ha sondato la situazione del giocatore, toccando con mano l'esistenza di basi giuste per tentare un accordo. Frasso ha, infatti, un patto particolare con Reggio Emilia per cui, la stagione entrante, è libero di giocare alla cifra e dove vuole. I risultati incideranno però su quella che sarà il suo campionato successivo: in caso di crescita reale, Reggio busserà di nuovo alla sua porta con un contrattone e probabilmente la chance dell'A1.

Mentre per la panchina, posizione di cambio dell'ala alta che dovrebbe essere un comunitario, Matteo Canavesi (classe '86 per 204 cm, lo scorso anno a Bologna) resta in pole, ecco il nome nuovo per lo starting five: Bernardo Adolfo Musso, guardia italiana nata in Argentina, a Pergamino nel 1986. Musso, atterrato in Italia nel 2003, si è messo in mostra nel Basket Fossombrone dove ha giocato dal 2006 fino al 2008 (2006-2007 vittoria del campionato Serie B2 Nazionale e 2007-2008 playoff in Serie B Dilettanti). Passato alla Pallalcesto Amatori Udine in A1 non trova spazi e ripiega sull'allora A Dilettanti: Brescia Leonessa, Perugia infine l'ultimo campionato a Napoli dove si guadagna i titoli di stella della categoria chiudendo a quasi 20 punti a partita col 58% da 2 e il 41% dall'arco. La fusione estiva tra Sant'Antimo e il team partenopeo pare non aver la sua conferma tra le priorità e così il passaportato potrebbe scegliere Forlì per il sua assalto alla LegaDue. Sempre da Sant'Animo potrebbe poi arrivare il comunitario: come riportato dal Corriere Romagna sarebbe il 4 inglese di 2 metri, Nicholas George. Originario di Manchester nel 1982 dal 2006 prova l'Italia a Imola prima poi, dal 2008 incasella quattro stagioni a Casale Monferrato. A fine agosto del 2010 decide di lasciare l'attività agonistica per alcuni problemi di salute; superati torna in LegaDue a Sant'Antimo (15 punti di media per 30 minuti a partita) da cui però recede nel dicembre per problemi famigliari.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Forlì è al centro del Nonprofit: il 23 aprile si terrà l'open day

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento