menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

MotoGp, Pedrosa domina a Jerez. Spallata Marquez-Lorenzo: è polemica

Non poteva che esser un tripudio spagnolo il Gran Premio di Spagna a Jerez, terzo round del Motomondiale. Ad imporsi è stata la Honda Repsol di Dani Pedrosa

Non poteva che esser un tripudio spagnolo il Gran Premio di Spagna a Jerez, terzo round del Motomondiale. Ad imporsi è stata la Honda Repsol di Dani Pedrosa, davanti alla moto gemella del compagno di squadra Marc Marquez e alla Yamaha di Jorge Lorenzo. Il campione del mondo in carica ha perso la seconda posizione ai danni del talento della Honda dopo un contatto da cardiopalma all'ultima curva, intitolata proprio all'iridato maiorchino.

Una dinamica che ricorda la spallata che nel 2005 Valentino Rossi diete a Sete Gibernau. Marquez ha imitato la manovra del "Dottore", entrando duro col piede fuori dalla pedana. Nella staccata è arrivato lungo, appoggiandosi alla Yamaha di Lorenzo che probabilmente ha lasciato la porta aperta, sbagliando a non chiudere la traiettoria.

Il maiorchino, con estrema signorilità, non ha voluto commentare la bagarre, confessando di non aver imposto la migliore traiettoria nella curva che precede il traguardo. Il baby prodigio Marquez l'ha spiegata con la filosofia del guerriero che ha sempre fame: "All'ultimo giro si dà sempre il 100%, sono le corse".

Ora Marquez guida il campionato con 61 punti, davanti a Pedrosa con 58 e Lorenzo con 57. Non è andato oltre il quarto posto Rossi (43 punti), davanti alla Yamaha del team Tech 3 di Cal Crutchlow e alla Honda Gresini di Alvaro Bautista. Deludente la prestazione di Andrea Dovizioso, ottavo alle spalle del compagno di squadra Nicky Hayden.

“Sapevo che sarebbe stato un weekend difficile ma è stato più duro del previsto, soprattutto la gara - afferma Dovizioso -. Sicuramente la gomma anteriore non era adatta per queste condizioni, ma non bisogna lamentarsi troppo perché questo è il gap che abbiamo in questo momento. Comunque non voglio trovare scuse perché sono stato io a non guidare come avrei voluto, mentre Nicky ha interpretato decisamente meglio la pista. Lunedì ci sarà un test importante per provare le novità portate in gara da Michele Pirro, e sono molto fiducioso.”

-> Tutti i risultati sportivi dei campionati locali

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta che sa di casa: le zucchine ripiene

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento