menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Civitella, polemica per il nuovo medico di base: sarà presente solo due ore a settimana

Da una copertura settimanale di due mattine e tre pomeriggi da parte del compianto dottor Zampighi, si passa ad una copertura di sole 2 ore a settimana. La soluzione dovrebbe essere provvisoria, ma tra i cittadini è già polemica

E' polemica a Civitella, soprattutto tra le persone anziane che non sempre riescono a muoversi con mezzi propri, per i nuovi orari proposti dall'Ausl della Romagna dal 1 ottobre dopo la scomparsa del medico di base Maurizio Zampighi che assisteva alcuni pazienti nel Comune della val Bidente. I nuovi orari proposti stanno creando particolari disagi tra i cittadini che saranno associati al nuovo medico, mentre non riguarda i pazienti dei già presenti dottori Ravaioli e Biserni.

In questi giorni dall’Ufficio preposto di Ravenna è arrivata nella cassetta della posta di tanti civitellesi il nuovo orario di ricevimento del pubblico del nuovo medico sostituto che, fa sapere l'AUSL, prevede per il capoluogo di Civitella un orario di ricevimento del pubblico di sole 2 ore settimanali concentrate dalle 8 alle 10 del mercoledì. L'indignazione tra i pazienti Civitellesi è poi montata nel vedere nello stesso documento ricevuto che il nuovo medico coprirà invece tutti i giorni della settimana nell'ambulatorio di Cusercoli e 4 giorni su 5 in quello di Galeata. Questo, per gli ex pazienti del dottor Zampighi e che ora saranno associati al nuovo dottore, darà la possibilità di poter andare dal medico tutti i giorni solo a chi può permettersi di spostarsi con mezzi propri e quindi sta creando particolari disagi soprattutto negli anziani costretti a concentrarsi tutti nelle sole due ore previste il mercoledì per il capoluogo.  Precedentemente il dottor Zampighi, deceduto a marzo di quest'anno, copriva settimanalmente due mattine e tre pomeriggi. A Civitella sono comunque presenti altri due medici di base, il dottor Fabio Ravaioli e la dottoressa Biserni, con cadenza settimanale: il problema riguarda dunque solamente gli ex pazienti del dottor Zampighi.

"Potremo ammalarci solo il martedì quindi, se vogliamo sperare di ricevere un'assistenza sanitaria immediata senza il bisogno di farci accompagnare da qualcuno in auto a Cusercoli o Galeata" sbotta un anziano del luogo indignato per questa mancata attenzione da parte dell'Ausl per gli anziani del Paese.  A quanto sembra l'orario è provvisorio, come è scritto dal Dirigente Ausl nella missiva inviata a tutti i cittadini. Ma in realtà se dovesse essere confermato a essere penalizzati saranno parte dei pazienti del capoluogo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento