Cronaca Forlimpopoli

Festa Artusiana, l'originale ricetta del martedì: dall'antimafia a Fiorimpopoli, dallo squacquerone alla magia

Martedì alle 19 - mentre gli stand gastronomici cominceranno ad allestire i tavoli nelle vie nelle piazze cittadine - si potrà gustare nella Chiesa dei Servi (in via Costa , 27) l'aperitivo letterario curato da Casa Artusi

Prosegue la Festa Artusiana a Forlimpopoli. Martedì alle 19 - mentre gli stand gastronomici cominceranno ad allestire i tavoli nelle vie nelle piazze cittadine - si potrà gustare nella Chiesa dei Servi (in via Costa , 27) l'aperitivo letterario curato da Casa Artusi con la presentazione del libro di Natale Giunta e Angelica Amodei, “Io non ci sto. Il coraggio di un uomo contro la mafia”, (Rai libri 2021). Dialogherà con gli autori la vicesindaca Sara Pignatari, referente territoriale dell’Associazione “Avviso Pubblico” per la legalità. Alla stessa ora ma in Piazza Pompilio la premiazione della II edizione del concorso Fiorimpopoli per tutti i vincitori delle diverse categorie.

A seguire, alle 20 circa, nella stessa location, la presentazione-show "Il collo della bottiglia, storie di vite" di e con Tinto, il celebre conduttore di "Decanter" su RaiRadio2 e "Mica pizza e fichi" su La7: il primo romanzo di Tinto diventa uno show tra musica d’autore e tradizione vinicola. Alla Chiesa dei Servi in Casa Artusi alle 21.00 il convegno "Vi parlo di Squacquerone. Caratteristiche, tradizione e tecnologia, del formaggio che continua a fare la storia della Romagna”, divagazioni sul tema di Michele Grassi, Maestro Assaggiatore Onaf. Al termine - nel cortile di Casa Artusi - assaggio dello Squacquerone di Romagna Dop del caseificio Mambelli con la Piadina romagnola delle Mariette.

Come tutte le sere, sulla Rocca Ordelaffa dalle 21 alle 23, delle proiezioni sui torrioni dedicate questa volta alla figura di Dante (in occasione del VII centenario della morte) ed al suo rapporto con la città di Forlimpopoli. Nell’arena centrale in Piazza A. Fratti (corte della rocca), in doppia replica alle 21.15 e 22.30: Tino Fimiani in “Il mago con la T maiuscola”, spettacolo di magia e illusionismo. Una valigia, un microfono, un mago. Gag dissennate e sigarette fuori controllo invadono il suo palcoscenico e la sua vita, carte truccate gli mischiano i trucchi e confondono le parole, mentre pistole nervose danno la caccia a innocenti e importuni fazzoletti in una lotta senza quartiere che lo vedrà sempre soccombere davanti all’invadenza anarchica degli oggetti.

Tra uno spettacolo e l'altro, tra un evento ed una presentazione il pubblico potrà poi gustare - oltre all'offerta dei ristoranti che rimangono fissi per tutta la Festa - quella dei ristoranti che si alternano in piazza Garibaldi, negli stand delle associazioni di categoria ed in quelli delle Città dei Sapori, che ha martedì sera per ospiti Galeata, Cervia, Bertinoro, Lyon, Pays Beaujolais e l'associazione "Gemellaggi del gusto". Senza dimenticare i mercatini che si sviluppano lungo via Costa, via Sendi e via Saffi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Festa Artusiana, l'originale ricetta del martedì: dall'antimafia a Fiorimpopoli, dallo squacquerone alla magia

ForlìToday è in caricamento