rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Cronaca

Primo novembre, molti negozi aperti: i sindacati proclamano l’astesione dal lavoro

Le Segreterie territoriali del Commercio hanno deciso di proclamare l’astensione dal lavoro per tutto il turno di lavoro delle festività

Cgil, Cisl e Uil contro le aperture dei negozi nei giorni di festa. "Il primo novembre molti lavoratori del commercio saranno chiamati a prestare attività lavorativa - esordiscono Maria Giorgini, Piero Casali e Maurizio Casadei, rispettivamente di Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl e Uiltucs-Uil -. E’ infatti evidente che la deregulation degli orari imposta con il Decreto Salva Italia assieme alla dilagante precarietà crea nel settore del commercio una forte ricattabilità degli addetti.

"Le imprese se ne approfittano fanno intendere ai lavoratori che se non prestano l’attività lavorativa nella giornata festiva poi ne subiranno le conseguenze - continuano i sindacati -. Un ricatto vergognoso se si considera che i lavoratori del commercio sono sottoposti a turni che non permettono più di poter vivere una completa vita sociale e ricreativa , spezzettando la prestazione lavorativa a seconda dei flussi della clientela".

Cgil, Cisl e Uil ricordano che "la deregulation degli orari introdotta nel 2011 con il “Salva Italia”  ha eliminato, unico paese in Europa, ogni regola in materia di orari commerciali, e a distanza di tre anni è evidente che nessuno degli effetti positivi annunciati si è verificato anzi le liberalizzazioni hanno creato maggiori costi per le imprese, peggioramento delle condizioni di lavoro per i dipendenti, e la chiusura di molte piccole medie imprese".

"Le liberalizzazioni del decreto “Salva Italia” non salvano il paese anzi lo affondano. E’ ora di tornare indietro e definire delle nuove regole per il settore - concludono i sindacati -. Per questo le Segreterie territoriali del Commercio hanno deciso di proclamare l’astensione dal lavoro per tutto il turno di lavoro delle festività, ricordando ai lavoratori che sulla base delle norme contrattuali vigenti, potranno rifiutarsi di effettuare prestazioni lavorative in tutte le festività, senza incorrere in nessuna sanzione".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Primo novembre, molti negozi aperti: i sindacati proclamano l’astesione dal lavoro

ForlìToday è in caricamento