Sabato, 18 Settembre 2021
Cronaca

Forlì Open Music, tributo a Lucio Briganti all'Arena San Domenico

Una fotografia in bianco e nero di Lucio Briganti mentre applaude è comparsa sul maxischermo dietro il palcoscenico con scritto “Dedicato a Lucio”

“Dedichiamo la musica di queste giornate all’amico Lucio”. Questo il tributo di Area Sismica a Lucio Briganti, che faceva parte del direttivo, in occasione della manifestazione musicale Forlì Open Music che si è tenuta nel weekend nell’Arena San Domenico a Forlì. Quest’anno la rassegna si è intitolata “D’ Istante”, forse a voler indicare con un acronimo il significato primo ed ultimo del suono che in un istante si genera e si propaga per distanze virtualmente infinite, come la brevità della vita e le distanze tra le persone che la pandemia ha provocato.

Una fotografia in bianco e nero di Lucio Briganti mentre applaude è comparsa sul maxischermo dietro il palcoscenico con scritto “Dedicato a Lucio”. Durante la rassegna musicale si è tenuta una mostra fotografica di belle immagini in bianco e nero, ritratti inusuali di musicisti, del fotografo Pietro Bandini. La prima giornata è stata aperta da una magistrale interpretazione della Sonata (1915) di Debussy da Francesco Dillon al violoncello ed Emanuele Torquati al pianoforte. Notevoli anche le sperimentazioni delle possibilità sonore del flauto traverso di Manuel Zurria.

Eccezionali le improvvisazioni al pianoforte di Fabrizio Ottaviucci. Uniche le improvvisazioni elettroniche di Elio Martuscello. Domenica il Fom si è aperto con due prime esecuzioni assolute: la prima Melody for Malatesta”di Pisaru-Liu eseguita da Enrico Malatesta  e la seconda  eseguita dal Sidera Sax Quartet “Plaza” di Stefano Scodanibbio. Sono seguiti due concerti di musica al pianoforte di Ciro Longobardi con brani di Nono, Messiaen e Debussy e per finire le improvvisazioni jazz di Alexander Hawkins.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Forlì Open Music, tributo a Lucio Briganti all'Arena San Domenico

ForlìToday è in caricamento