Mercoledì, 28 Luglio 2021
Cronaca

Una festa in Famiglia e cresime alla Fondazione Fornino Valmori

Sarà il vicario generale della Diocesi di Forlì-Bertinoro monsignor Pietro Fabbri, ad impartire, sabato, la Cresima a 9 dei 18 giovani ospiti della Fondazione Fornino Valmori di Fratta Terme

Sarà il vicario generale della Diocesi di Forlì-Bertinoro monsignor Pietro Fabbri, ad impartire, sabato, la Cresima a 9 dei 18 giovani ospiti della Fondazione Fornino Valmori di Fratta Terme, oltre a tre loro familiari. Il rito della confermazione si terrà in occasione dell’annuale “Festa in Famiglia”, al termine della Messa delle 15, celebrata nella sala convegni della struttura socio-riabilitativa. Sorta nel 2008 per iniziativa degli imprenditori Vincenzo Fornino e Otello Valmori, la Fondazione è una delle più importanti realtà italiane dedite soprattutto al mondo dell’autismo e del disagio psichico. “Abbiamo proposto il cammino della santa Cresima – dichiara il responsabile, dottor Galeazzo Garavini – nella logica di un pieno inserimento dei nostri ospiti nella dinamica sociale del territorio e aderendo all’invito di Papa Francesco di animare la speranza nelle persone con disturbo dello spettro autistico”.

L’autismo è un insieme di difficoltà, tra cui l'alterazione e compromissione dell'interazione sociale, della qualità della comunicazione, interessi limitati, stereotipati e ripetitivi. “Se familiarizzare – continua il medico - è valida modalità per stare tutti insieme, anche la spiritualità può contribuire all’inclusione sociale, aiutando ogni ragazzo a fare il più possibile le cose che fanno gli altri. Per le 12 unità che sabato riceveranno il sacramento della Cresima e dell’Eucaristia, si tratta di un ulteriore passo verso la solidarietà e di rinnovata promozione della speranza. Sarà quindi per le persone inserite, loro familiari, operatori e volontari momento di festa e di coinvolgimento di varie realtà. La famiglia della persona disabile non va lasciata sola a risolvere il proprio problema, ma va aiutata ad assumere un atteggiamento sereno nei confronti del limite”. “La Fornino-Valmori – si legge nel programma della Fondazione - nasce per offrire un futuro dignitoso e gratificante a tutte quelle persone che presentano maggiori difficoltà ad affrontare autonomamente la vita di tutti i giorni; a tal fine si forniscono risposte efficaci ai bisogni individuali e si propongono percorsi personalizzati, capaci di rispondere alle attese e alle esigenze del singolo individuo e della sua famiglia”.

L’onlus della Fratta si avvale del braccio operativo “Insieme per Crescere”, Cooperativa Sociale incaricata di gestire le attività e gli spazi del Centro Socio Riabilitativo residenziale e diurno di via Meldola, 2845, la strada che da Forlimpopoli va verso Meldola. “L’attenzione quotidiana alla disabilità – si legge ancora nel programma - mette in primo piano la necessità di fare emergere concretamente quel concetto di “integrazione”, basato sull’inserimento attivo della comunità circostante nella nostra realtà”. Non a caso, presso la Fondazione sono operativi anche il ristorante “Fiori di Zucca”, il Poliambulatorio di medicina fisica e riabilitativa “Riabilita”, un laboratorio di ceramica, una serra con vendita ortaggi a km.0, un centro equestre e una scuola di equitazione e ginnastica a cavallo, campi sportivi e spazi per feste, compleanni e sale congressi.

Piero Ghetti

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una festa in Famiglia e cresime alla Fondazione Fornino Valmori

ForlìToday è in caricamento