menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il ricordo di Gianni Donati con una messa alla chiesa del Suffragio

Una Messa per ricordare Gianni. Sarà una liturgia eucaristica in programma questa sera, alle 19.30, nella chiesa del Suffragio, in corso della Repubblica, a ricordare il giovane esponente di Azione Cattolica

Una Messa per ricordare Gianni. Sarà una liturgia eucaristica in programma questa sera, alle 19.30, nella chiesa del Suffragio, in corso della Repubblica, a ricordare il giovane esponente di Azione Cattolica a 5 anni dalla tragica morte. Il giorno che a Forlì piombò la notizia che non c’era più, parve impossibile tanta era la sua vitalità. Giovanni “Gianni” Donati se n’è andato appena 31enne nella notte tra il 27 e il 28 giugno 2008, disarcionato dalla sua moto sulla statale Adriatica, nei pressi di Cesenatico.

Fu una banale disattenzione nella guida, un cordolo non visto, scrivono i cronisti, sufficiente però a strapparlo per sempre alla miriade di amici e impegni nell’Ac diocesana, nel mondo del giornalismo (era divenuto da poco addetto stampa Asl Forlì), nella pallacanestro, nella parrocchia di Ravaldino e nel teatro giovanile. La recitazione era la sua grande passione: a dieci anni aveva interpretato San Francesco nel musical “Forza venite gente!”. Cofondatore della Compagnia teatrale cattolica “Il Sicomoro”, aveva contribuito in modo decisivo al successo di “Skid Row Shop”, “La piccola bottega degli orrori”. Senza dimenticare il “Magicomio”, compagnia costituita da ragazzi di Ravaldino come lui.

Il 6 aprile 2013, per ricordarlo in modo imperituro, i compagni di fede di Ravaldino Città gli hanno intitolato un ambiente modernissimo e funzionale, ricavato proprio nei locali parrocchiali grazie al contributo della Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì. La sala Donati ha natura polivalente e molteplici opportunità di utilizzo: conferenze, concerti, cineforum, mostre, ricevimenti, luogo di studio per giovani universitari. Proprio in omaggio al poliedrico Gianni, il nuovo ambiente si è già affermato come fulcro di produzione culturale e artistica, un'occasione di incontro e confronto, un ponte fra società civile e comunità cristiana. Capace di ospitare 99 persone, è dotata di impianto di video proiezione e connessione internet wi-fi. Allo sfortunato collega, scomparso nel 2008, l’Asl Forlì ha dedicato il Centro Studi aziendale Volontariato e solidarietà

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta che sa di casa: le zucchine ripiene

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento