rotate-mobile
Venerdì, 23 Febbraio 2024
Cronaca

Nuovo look, riapre "L'Urlo": "Sarà la casa dei giovani e universitari"

L'arte, in tutte le sue forme, sarà protagonista: concerti, spettacoli teatrali, reading di poesie, mostre fotografiche e inoltre tornei di giochi in scatola e video giochi, serate in amicizia con una chitarra e tanta buona musica in pratica tutto ciò che può dar modo ai ragazzi di esprimersi e incontrarsi", afferma la responsabile del progetto, Elena Pulitini

Nuovo look per il bar "L'urlo", realtà ospitata nel Centro Culturale San Francesco e gestita dalla Cooperativa sociale La Fraternità, una delle tante "creature" della Comunità Papa Giovanni XXIII. Riaperti i battenti il 25 settembre dopo i lavori di ristrutturazione e la realizzazione di una sala concerti polivalente che si aggiunge alla sala conferenze e alla sala bar, è prevista l'inaugurazione ufficiale venerdì prossimo alle 21.

"Il bar l'Urlo - spiega la responsabile del progetto, Elena Pulitini - è l'espressione della volontà di offrire ai giovani un luogo di incontro in cui essere soggetti attivi e non solo clienti. L'arte, in tutte le sue forme, sarà protagonista: concerti, spettacoli teatrali, reading di poesie, mostre fotografiche e inoltre tornei di giochi in scatola e video giochi, serate in amicizia con una chitarra e tanta buona musica in pratica tutto ciò che può dar modo ai ragazzi di esprimersi e incontrarsi all'Urlo c'è posto per tutti e tutti si sentono di casa, per questo rendiamo possibili collaborazioni (tirocini, borse lavoro e altro) con persone diversamente abili o provenienti da percorsi di riabilitazione e recupero".

Riapre "L'Urlo"

Corresponsabile del progetto è Cristina Gavelli. Lo staff è composto dal cuoco Cedric Wiel (cucina francese), dal barista Andrea Giudici, dal responsabile artistico Luca Marazzi con Leavitt's House Booking. Responsabile dell'arredamento dinamico è Fethi Atakol. "L'Urlo" ospiterà ogni mercoledì una "Serata universitaria", organizzata dall'associazione Vita Activa, mentre il venerdì sarà dedicato ai concerti live (16 ottobre Smash brains/ 23 ottobre I.S. & Honey/ 6 novembre North cape light & Derek is dead).
 
Programmati anche due Cineforum, una rassegna su Pier Paolo Pasolini (a cura di Forcine) e un ciclo di film sul tema "Politica è/e speranza" (a cura dell'associazione studentesca Vita Activa) Un'altra iniziativa originale è l'aperitivo missionario: "missionari o testimoni ci raccontano la loro esperienza in terre lontane, accompagnati da stuzzichini di cucina tipica del posto", spiega Pulitini. Dopo il successo del Cile, si riparte con la Grecia, insieme a Filippo e Fabiola, giovane coppia che vive ad Atene insieme ai figli (25 ottobre). Appuntamento anche con l'aperitivo operativo: "toccheremo temi di attualità (immigrazione, conflitti, prostituzione, handicap e carcere) con le testimonianze dei diretti interessati e il desiderio di mettere a confronto le diverse "campane"", annuncia Pulitini. Il 31 ottobre è in programma la "Festa di tutti i santi", "un'alternativa intelligente ad Halloween per tutti i nostri bambini".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo look, riapre "L'Urlo": "Sarà la casa dei giovani e universitari"

ForlìToday è in caricamento