menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Hotel Principe, sette indagati. Dirigente comunale accusato di abuso d'ufficio

Si è chiusa la fase preliminare dell'indagine della Guardia di Finanza di Forlì relativa all'apertura dell'hotel-ristorante "Principe" di via Bologna.

Si è chiusa la fase preliminare dell'indagine della Guardia di Finanza di Forlì relativa all'apertura dell'hotel-ristorante "Principe" di via Bologna. L'inchiesta, coordinata dal Procuratore capo Sergio Sottani, vede indagate sette persone, tra cui un dirigente del Comune di Forlì. Hanno ricevuto gli avvisi di fine inchiesta anche due imprenditori immobiliari, un loro dipendente, un commercialista riminese e i due imprenditori cinesi che hanno riaperto l'attività di via Bologna.

A muovere il lavoro degli inquirenti sarebbe stato un funzionario comunale, al quale sarebbero stati proposti 2mila euro per dare un'accelerazione alle pratiche burocratiche per l'apertura del punto vendita. Il funzionario ha denunciato di aver subìto pressioni, facendo così scattare l'ipotesi di reato a vario titolo di abuso d'ufficio, istigazione alla corruzione, violenza privata e falso ideologico in atto pubblico.

Il "Principe" ha inaugurato l'attività il 22 giugno scorso. L'autorizzazione, secondo quanto appurato dagli investigatori, è arrivata il 28 giugno, quando il funzionario era in ferie. A mettere la firma, evidenzia l'accusa, il dirigente del Comune.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta che sa di casa: le zucchine ripiene

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento