Incidenti stradali, oltre la metà delle vittime sono stranieri

Osservatorio Asaps sugli incidenti in Italia: in una analisi su mille casi campione, su 401 vittime della strada ben 294 sono cittadini di nazionalità straniera

Immagine d'archivio di un incidente stradale

Quanti incidenti di una certa gravità in Italia riguardano cittadini stranieri? Una buona quantità secondo i dati raccolti dall'osservatorio di Asaps, l'associazione amici e sostenitori della Polizia stradale che ha sede a Forlì ed è ormai divenuta un punto di riferimento nazionale sull'incidentalità stradale. Su 1000 incidenti catalogati dal primo gennaio al 23 dicembre 2011, le vittime totali sono state 401 di cui 294 fra gli stranieri. I feriti complessivi sono stati 1256. Delle 401 vittime  ben 70 sono i pedoni (209 i feriti) di cui  51 proprio fra gli stranieri, e 39 i ciclisti deceduti,  un dato che conferma l’elevato rischio di queste categorie anche per gli ospiti del nostro Paese che in molti casi non si rendono sufficientemente visibili.

198 le vittime fra i conducenti e i trasportati di auto o autocarri, 94 fra i motociclisti e ciclomotoristi.
Dei 1000 incidenti 783 sono avvenuti di giorno e 217 di notte. In 104 sinistri (10,4%)  i conducenti erano in stato di ebbrezza da alcol (6 avevano assunto droga). I casi di pirateria sono stati 211 (21%) e in 125 episodi il pirata era straniero (12,5%). In 85 casi l’incidente ha coinvolto veicoli pesanti con targa straniera.

L’area geografica della sinistrosità degli stranieri in Italia ci dà questo mappa: in 288 episodi lo straniero faceva parte dell’UE (29%), con il record assoluto dei romeni che da soli sono stati coinvolti in 217 incidenti pari al 21,7% del totale e addirittura nel 75,3% degli incidenti con protagonisti dell’area UE. Seguono gli europei extra UE con 259 sinistri (26%), e 11 incidenti dei vicini  elvetici (1,1%). Vengono poi gli extracomunitari del continente africano con 203 (20,3%), gli asiatici con 115 (11,5%), e gli stranieri dell’america latina con 66 (6,6%).

Quattro gli incidenti significativi con coinvolti i nord americani. In 54 impatti non è stato possibile individuare la nazionalità esatta dei protagonisti forestieri. Le regioni che si sono segnalate per il maggior numero di incidenti, fra i 1000 raccolti da ASAPS  con protagonisti gli stranieri, sono: la Lombardia con 198, l’Emilia Romagna con 175, la Toscana 101, il Veneto 89, il Lazio 79. Solo 12 in Molise, 10 in Sardegna e 6 in Valle d’Aosta.

I dati dell’Osservatorio il Centauro – Asaps sulla sinistrosità degli stranieri in Italia non riescono a intercettare la percentuale degli stranieri irregolari. “Tuttavia questo particolare capitolo dell’incidentalità – osserva Giordano Biserni, presidente di Asaps - merita di essere monitorato con continuità e particolare cura per capire la portata del fenomeno,  il coinvolgimento dei pedoni e dei ciclisti fra gli ospiti del nostro Paese, la qualità e categoria dei veicoli coinvolti e la regolarità dei documenti di guida che in un numero crescente di casi si sono rivelati falsi o autentici ma ottenuti irregolarmente”.

Un capitolo a parte rimane quello delle validità delle coperture assicurative, aspetto quest’ultimo che sta lievitando in modo vistoso non solo tra gli stranieri ma anche fra gli automobilisti italiani.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni regionali, l'Emilia Romagna elegge il nuovo presidente: la diretta dello spoglio, tutti i dati

  • Rapina con la pistola e strattona la farmacista terrorizzata, arrestato nel giro di due giorni

  • L'auto sfreccia ad alta velocità, scatta l'inseguimento sulla via Emilia: alla guida c'era uno spacciatore

  • Travolge una passante nei pressi del centro commerciale e non si ferma. Trovata grazie alle telecamere di ultima generazione

  • Elezioni, i programmi a confronto in 7 domande uguali per 7 candidati: queste le loro priorità e proposte

  • SuperEnalotto, sfiorato il colpaccio da oltre 67 milioni: si consola con una bella vincita

Torna su
ForlìToday è in caricamento