Martedì, 22 Giugno 2021
Cronaca

Maltempo del 2019, ecco i fondi per rimborsare i danni subiti da cittadini e imprese

"In pochi mesi ottenute risorse che di solito richiedono anni, grazie al lavoro fatto insieme al Governo, i sindaci e le comunità locali"

Nella seduta di giovedì sera, il Consiglio dei Ministri ha deliberato l’assegnazione alla Regione delle risorse per i primi rimborsi a privati e imprese colpiti dal maltempo che tra 2019 e 2020 hanno interessato il territorio dell’Emilia-Romagna. Rispetto ai tre eventi meteo estremi che nel 2019 hanno interessato il territorio regionale, sono pari 776 mila euro i rimborsi per gli eventi del mese di maggio. Sono 158 i privati che in tutto riceveranno 641 mila 500 euro, residenti in 26 comuni, tra i quali ci sono anche quello di Forlì. Sono invece 12 le imprese a cui spettano quasi 135 mila euro e che operano in 8 comuni, tra cui quello di Forlì.

"E' davvero una bella giornata, grazie a una notizia straordinaria - sottolinea il presidente della Regione, Stefano Bonaccini-.  Con queste risorse riusciremo a risarcire tutte le famiglie e le imprese emiliano-romagnole che sono state danneggiate dal maltempo e a proseguire nell’azione di intervento ordinario e straordinario di messa in sicurezza del nodo idraulico di Modena. Andiamo oltre ai rimborsi ordinari, riuscendo a coprire, nel caso dei Comuni già colpiti dal sisma, soprattutto Nonantola, tutti i danni subiti, spesso ingenti. E a farlo in tempi solitamente molto più lunghi, anche anni, mentre dopo pochi mesi abbiamo la certezza dei fondi necessari. Per questo oggi sono venuto venire qui di persona, a Nonantola, per essere vicino a una comunità che, pur colpita duramente, ha dimostrato sempre grande compostezza, avanzando richieste tutte legittime. Avevamo promesso il nostro massimo impegno, e siamo riusciti a onorarlo. Questo grazie alla sensibilità del Governo attuale e di quello precedente. Ricordo che venimmo qui, subito dopo l’alluvione di dicembre 2020, insieme agli allora ministro Francesco Boccia e al capo della Protezione civile, Angelo Borrelli, che ringrazio entrambi. Così come ringrazio poi l’attuale capo della Protezione civile Fabrizio Curcio, insieme al ministro dell’Economia e delle Finanze, Daniele Franco, e alla sottosegretaria Maria Cecilia Guerra, che hanno seguito passo passo i provvedimenti”.

“Il secondo fattore che voglio sottolineare - prosegue il presidente - è ancora una volta il gioco di squadra: il ruolo della Regione, la risposta corale delle amministrazioni locali, e il lavoro dell’Agenzia regionale per la protezione civile, perché solo con una rendicontazione rapida e puntuale dei danni si può agire velocemente. In queste circostanze dimostriamo che lo Stato c’è, le istituzioni funzionano e oggi possiamo ribadire con forza che dalle nostre parti quando qualcuno promette, poi mantiene”. “L’importante decisione del Governo - aggiunge l'assessore regionale all’Ambiente e protezione civile, Irene Priolo - permette un risarcimento completo a cittadini e imprese dell’Emilia-Romagna che aspettavano queste risorse da tempo. Non resta indietro nessuno, perché con gli indennizzi stanziati dal Consiglio dei Ministri diamo una risposta concreta alle comunità messe a dura prova dagli eventi meteo eccezionali che hanno colpito in modo frequente il nostro territorio con quattro ondate di maltempo nell’arco di soli due anni. Adesso, garantiamo di procedere il più in fretta possibile con tutti gli atti che ci competono per erogare i rimborsi. Con questi fondi, inoltre, potremo dare una risposta positiva anche agli interventi contro il dissesto idrogeologico mettendo al sicuro le popolazioni del modenese”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maltempo del 2019, ecco i fondi per rimborsare i danni subiti da cittadini e imprese

ForlìToday è in caricamento