menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mezza Forlì tira fuori il bidone del secco tutt'assieme: era l'ultimo giorno per il 2019

Tutti fuori i bidoni del secco. Dopo mesi in cui il bidone grigio del rifiuto indifferenziato - le cui esposizioni sono contingentate da Alea - metà Forlì

Tutti fuori i bidoni del secco. Dopo mesi in cui i bidoni grigi del rifiuto indifferenziato quasi non si vedevano per strada, metà Forlì martedì sera e mercoledì mattina lo ha tirato fuori per lo svuotamento, in particolare la zona Ovest del Comune, da Ca' Ossì, San Martino, Resistenza fino alla Cava-Romiti e le frazioni della via Lughese. Una circostanza singolare, tanto che in passato la stessa Alea aveva invitato a mettere in strada più frequentemente il bidone grigio e di usare tutti gli svuotamenti-base inclusi in tariffa. Stavolta invece  circa la metà delle utenze, decine di migliaia di persone, lo hanno esposto tutti assieme.

Il motivo? Mercoledì mattina l'ultimo giorno di ritiro del secco prima della fine dell'anno nelle zone A e B in cui Alea ha suddiviso il territorio comunale. Come è ormai ampiamente noto – e a quanto pare i forlivesi lo hanno ampiamente compreso – la tariffa di Alea è calcolata sulla base di una quota fissa e di un'altra variabile, che dipende dal numero degli svuotamenti del 'secco'. Ogni utenza ha un numero svuotamenti già inclusi in bolletta (il numero dei componenti della famiglia più 1, per quanto riguarda le utenze domestiche), mentre ogni svuotamento aggiuntivo viene pagato 15 euro.

Per questo, chi aveva del rifiuto indifferenziato ancora in casa e ancora la disponibilità di svuotamenti 'gratis' (la quasi totalità delle utenze, ndr) ha usufruito di questa possibilità, altrimenti uno svuotamento successivo sarebbe stato conteggiato per l'anno prossimo pur trattandosi di rifiuto prodotto quest'anno. Insomma, un'attenzione per avere a disposizione nel 2020 tutti i “bonus” di svuotamenti inclusi in tariffa e non trovarsi a pagare i temuti 15 euro l'anno prossimo. Ma anche un modo per avere il bidone sgombro in vista delle feste, dove magari tra regali e più tempo in casa si può prevedere una maggiore produzione di rifiuti.

Per le zone C e D, vale a dire l'altra metà della città, la zona est da Coriano-Ospedaletto, Cervese, Ronco, zona Spazzoli fino a Carpena, l'ultima data utile per lo svuotamento del 'secco' è sabato 21 dicembre. Nessun problema, invece, per il centro storico che ha ritiri più frequenti: qui si potrà esporre il bidoncino del 'secco' il 24, 27 e 31 dicembre.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento