Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca Modigliana

Una vita dedicata alle Parilla, addio a Bruno Baccari. "Un galantuomo infinito"

Profondo conoscitore e appassionato del marchio, era animato da una passione e conoscenza straordinarie. Un autentico punto di riferimento per gli appassionati

Si è spento nella notte tra lunedì e martedì nell'ospedale di Faenza dove si trovava ricoverato, Bruno Baccari, proprietario del museo di moto Parilla che si trova lungo la provinciale Faentina, a Modigliana. Profondo conoscitore e appassionato del marchio, era animato da una passione e conoscenza straordinarie. Un autentico punto di riferimento per gli appassionati. Come viene riportato nel portale dell'Automotoclub Storico Italiano, l’intento di conservare memorie tecnico sportive riguardanti la Moto Parilla (della quale il padre di Bruno Baccari, Adelmo, era subagente a Modigliana,) era venuto per gradi. Alla ricerca della prima Parilla 98, a metà degli anni ‘70, il collezionista si è imbattuto in altre moto di quella marca e progressivamente ha ampliato ala sua collezione portando a casa quelle che mi piacevano di più.

Così è cominciata la storia raccolta, alimentata anche dagli esemplari restaurati nei momenti di tempo libero. In seguito, avendo avuto la disponibilità di uno spazio piccolo ma molto adatto, si è pian piano formata la base per una vera esposizione. Una collezione monomarca comprendente una cinquantina di pezzi restaurati o conservati, di tutta la documentazione storica possibile, di insegne pubblicitarie, fotografie sportive, ritagli di giornali, memorabilia, oggettistica, indumenti e riviste.

Giorgio Serra, meglio noto come "Matitaccia" per le sue vignette su riviste del settore automobilistico e motociclistico, lo ricorda come "un galantuomo infinito ed una persona la cui affabilità lo aveva reso gradito a tutti, stimato e amato". Parla di morte "di un giusto che lascia un vuoto incolmabile. Personalmente potrei parlare di lui per ore, ma voglio ricordarlo come un amico prezioso, persona modestissima che non ostentava la sua grande cultura circa la storia del suo territorio di Romagna. Nel Cinquantennio del Motoclub mi aveva chiesto di disegnare una vignetta. Raffigura tutti i 12 presidenti modiglianesi, e lui è alla guida del motoveicolo. Lascio alle autorità e aglienti del settore il compito di commemorarlo degnamente, io lo saluto con il solito ciao Brunino, sei stato il più grande". Lascia la moglie Maria ed i figli Claudio e Cesare. I funerali si terranno giovedì pomeriggio nella chiesa di San Domenico, a Modigliana, alle 14.30.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una vita dedicata alle Parilla, addio a Bruno Baccari. "Un galantuomo infinito"

ForlìToday è in caricamento