menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Aereo ultraleggero precipita e prende fuoco: perde la vita la promessa del nuoto Fabio Lombini

Lombini, del Gs Forlì Nuoto- De Akker Team, era stato convocato dal tecnico dei mezzofondisti, Morini, per un collegiale nel centro federale di Ostia

Era una giovane promessa del nuoto forlivese. Fabio Lombini, 22 anni, ha perso la vita in un incidente aereo avvenuto domenica mattina fra Nettuno e Latina, in zona Grugnole. Lombini, del Gs Forlì Nuoto- De Akker Team, era stato convocato dal tecnico dei mezzofondisti, Stefano Morini, per un collegiale nel centro federale di Ostia. Nel suo palmares vantava anche una medaglia di argento agli assoluti nei 200 stile che era valso il pass per gli Europei nel 2017. Con Lombini è deceduto anche il pilota Gioele Rossetti, 23 anni romano, anche lui nuotatore. Il dramma si è consumato una trentina di secondi dopo il decollo, intorno alle 10:40.

Forlì in lutto - I messaggi di cordoglio

L'aereo era partito dalla scuola di volo di Crazy Fly di Nettuno. Stava sorvolando la zona di via Avezzano. Una volta toccato terra, tra Grugnole e Acciarella, l'aereo è stato distrutto dalle fiamme e le due persone a bordo sono morte carbonizzate. In quel momento, secondo una prima ricostruzione dei fatti, le condizioni meteo erano ottime: buona visibilità e leggerissimo libeccio. Gli accertamenti sono affidati ai carabinieri di Anzio e Nettuno. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco, con cinque mezzi, i carabinieri, la polizia ed il personale medico del 118.

Gli ultimi istanti di vita - La storia su Instagram

Da quanto si apprende, l'Agenzia nazionale per la sicurezza del volo (Ansv), ha aperto un'inchiesta di sicurezza di competenza sull'incidente. L'Ansv ha disposto contestualmente l'invio di un proprio investigatore sul luogo dell'incidente. Le perizie serviranno a chiarire cosa è accaduto negli istanti che hanno preceduto la sciagura. Secondo alcune testimonianze, al vaglio degli investigatori, dall'aereo sarebbero uscite delle fiamme mentre il velivolo era ancora in volo. Dopo l'impatto è divampato un rogo che non ha lasciato scampo ai due giovani nuotatori. Il mezzo è stato messo sotto sequestro. La Procura di Velletri ha aperto un'inchiesta.

Video - L'intervento dei Vigili del Fuoco

Il cordoglio dei vigili del fuoco 

"Scoprire che nell'incidente di Nettuno sono morti i giovani nuotatori Fabio Lombini e Gioele Rossetti ci ha sconvolto. Fabio, 22 anni, era un atleta delle Fiamme Rosse. Il Capo Dipartimento Mulas, il Capo del Corpo Dattilo e i vigili del fuoco si stringono al dolore delle famiglie", scrivono i vigili del fuoco su Twitter.

Il nuoto

Lombini, argento ai campionati assoluti invernali del 2017 nei 200 stile libero in 1'44"60 dietro a Filippo Megli e avanti a Filippo Magnini, già nazionale alle Universiadi di Taipei e ai campionati europei in vasca corta di Copenhagen nel 2017, stava svolgendo un allenamento collegiale al centro federale di Ostia seguito dal responsabile tecnico Morini ed accompagnato dal suo allenatore Alessandro Resch.

La Federazione, "sconvolta e attonita", esprime "le più sentite condoglianze a familiari, amici e società di appartenenza. Giungano a tutti loro i sentimenti di cordoglio del presidente Paolo Barelli, dei presidenti onorari Lorenzo Ravina e Salvatore Montella, dei vice presidenti Andrea Pieri, Francesco Postiglione e Teresa Frassinetti, del segretario generale Antonello Panza, del consiglio e degli uffici federali, del direttore tecnico della squadra nazionale di nuoto Cesare Butini e dell'intero movimento acquatico".

Addio a Fabio Lombini

L'incidente aereo - Muore Fabio Lombini

Forlì in lutto - I messaggi di cordoglio

Video - L'intervento dei Vigili del Fuoco

Gli ultimi istanti di vita - La storia su Instagram

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento