Ulisse, una mostra da oscar: è candidata al settimo Global Fine Art Awards

L’annuncio della nomination è arrivato giovedì sera in diretta Facebook da Parigi e New York, durante la quale sono stati presentati i 118 eventi artistici selezionati in rappresentanza di 6 continenti, 31 paesi e 68 città di tutto il mondo

La mostra “Ulisse. L’arte e il mito” è candidata alla settima edizione del Global Fine Art Awards (Gfaa). L’annuncio della nomination è arrivato giovedì sera in diretta Facebook da Parigi e New York, durante la quale sono stati presentati i 118 eventi artistici selezionati in rappresentanza di 6 continenti, 31 paesi e 68 città di tutto il mondo. L’esposizione forlivese, allestita fino al 31 ottobre ai Musei San Domenico di Forlì a cura della Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì, è stata nominata nella categoria “Best Ancient”, al pari del British Museum di Londra, del J. Paul Getty Museum di Los Angeles, del Metropolitan Museum di New York, del Museu d’Arqueologia de Catalunya di Barcellona e del Louvre di Abu Dhabi, anch’essi in corsa per la stessa sezione.

Il Global Fine Art Awards è il concorso internazionale d’arte che dal 2014 premia le mostre e le rassegne culturali più innovative e rilevanti dell’anno, attraverso una giuria internazionale di curatori e storici dell’arte. Il principio e l’obiettivo del programma Gfaa è quello di sviluppare interesse e passione per le belle arti e di promuoverne il ruolo educativo nella società. Si tratta di un ulteriore, prestigioso riconoscimento, che segue l’oscar assegnato nel 2019 alla mostra “L’Eterno e il Tempo tra Michelangelo e Caravaggio” per la categoria “Best Renaissance, Baroque, Old Masters, Dynasties – Group or Theme”, in occasione della quinta edizione del Gfaa, premio ritirato a New York dal Direttore delle Grandi Mostre della Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì, Gianfranco Brunelli.

"Si conferma la bontà del nostro polo museale, e certifica l’altissimo livello del lavoro svolto dal coordinatore delle mostre, Brunelli, da tutti gli operatori del Musei di San Domenico, dal Comune e dalla Fondazione Cassa dei Risparmi - commenta il parlamentare Marco Di Maio -.  Se mai ce ne fosse bisogno questa candidatura è già da sola un riconoscimento che ribadisce l'importanza che le grandi mostre hanno avuto in questi anni per affermare Forlì come città d'arte e cultura, stimolando anche una vasta rete di iniziative collaterali che hanno visto protagonisti molti operatori privati, professionisti, associazioni con ricadute importanti anche dal punto di vista economica. In un fase in cui ci sono opinioni singolari in proposito, penso sia bene ribadire che l'idea di puntare sulle grandi mostre non solo va confermata, ma rilanciata sempre più". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Non posso che esprimere le mie più vive congratulazioni a Gianfranco Brunelli, promotore di mostre di grandissima risonanza al San Domenico, e alla Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì che ha reso possibile organizzare questi eventi che hanno consentito alla nostra città di gareggiare con i più importanti musei del mondo per l’oscar internazionale 2020, il Global Fine Art Awards, nella categoria dell’arte antica, dopo aver vinto nel 2019 con la mostra su Michelangelo e Caravaggio, nella categoria rinascimento e barocco - aggiunge il parlamentare della Lega Jacopo Morrone - Riconoscimenti che premiano una vasta e profonda professionalità e la capacità di volare alto, di avere obiettivi ambiziosi e saper costruire una rete di scambi e interlocuzione di straordinario livello. Questa è la dimostrazione che anche una città relativamente piccola come Forlì può competere con musei di metropoli come Londra, Parigi e New York grazie alla passione e all’impegno di persone straordinarie. Purtroppo l’emergenza sanitaria ha nei fatti limitato la possibilità di visitare la mostra su ‘Ulisse, l’arte e il mito’, anche se i numeri premiano comunque l’evento. L’auspicio è non fermarsi e lanciare una sfida: l’arte e la bellezza, la cultura e la nostra civiltà sono una grande forza e un importante segnale di speranza nel futuro”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La tabaccheria ancora baciata dalla fortuna, nuovo terno al Lotto: "Forse una data di nascita"

  • Coronavirus, ecco il nuovo dpcm punto per punto: ristoranti chiusi alle 18. Stop per palestre, cinema e teatri

  • Da Forlì parte la ribellione delle palestre: "Se imporranno la chiusura, non chiuderemo"

  • Coronavirus, due insegnanti e tre studenti infettati: classe dell'asilo in quarantena

  • Meldola in lutto per la scomparsa di Stefanino, il sindaco: "Una figura speciale per tutti"

  • Aeroporto, il Ridolfi torna sui radar di tutto il mondo: si parte con i voli commerciali

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ForlìToday è in caricamento