Mercoledì, 28 Luglio 2021
Cronaca

Predappio, Galeata, Meldola: fioccano le petizioni per chiedere modifiche al "porta a porta"

Predappio, Galeata e Meldola: si sta creando una sorta di coordinamento tra i vari comitati di cittadini organizzatori di petizioni relativi al porta a porta nei comuni del Forlivese

Predappio, Galeata e Meldola: si sta creando una sorta di coordinamento tra i vari comitati di cittadini organizzatori di petizioni relativi al porta a porta nei comuni del Forlivese. Spiega una nota: “Da qualche  settimana è iniziata la distribuzione dei contenitori per la raccolta differenziata della gestione Alea. Gli enormi contenitori, 3 da 120 litri più un altro più piccolo, hanno destato non poche perplessità e preoccupazione nei cittadini che li hanno ricevuti. La perplessità è aumentata nel sapere che per il contenitore del rifiuto "Secco", ovvero non riciclabile, la frequenza del ritiro sarà quindicinale. Il contenitore del "Secco" è quello dove ad esempio vanno gettati pannolini, pannoloni  e assorbenti femminili, ci si chiede come si possa pensare di ritirarli ogni 15 giorni senza che gli stessi non possano generare insopportabili miasmi maleodoranti e condizioni igienico sanitarie non proprio auspicabili. Stessa cosa per la frequenza di ritiro per il contenitore dell'"Umido", materiale organico. Il ritiro previsto è bisettimanale, ma anche in questo caso, molti rifiuti organici non possono essere tenuti per molti giorni all'interno delle abitazioni senza generare problemi. La frequenza del ritiro sopra citata si applica ai comuni extraurbani. Forlì ha altre frequenze di ritiro”.

Per queste e altre ragioni molti cittadini si stanno organizzando per richiedere modifiche atte a migliorare la raccolta differenziata e avere una maggiore salvaguardia dell'ambiente. Si è formato    su Facebook il gruppo "Cittadini dei Comuni Raccolta Differenziata", che al momento conta 860 membri da tutti i 13 comuni interessati. Nel gruppo si scambiano opinioni, idee, perplessità. 

A prima a raccogliere le firme è stata Predappio. Sempre la nota degli organizzatori: “Un nutrito numero di cittadini di Predappio hanno lanciato l'iniziativa di raccogliere firme per una petizione da presentare al sindaco con cui si sono già incontrati. Al momento a Predappio la petizione è stata firmata da oltre 1300 persone. Galeata, seguendo l'esempio di Predappio, si è organizzata e in poche giorni si sono già raccolte diverse centinaia di firme, anche grazie alla collaborazione dei bar, ristoranti, negozi di Galeata che sono stati disponibili a ospitare i moduli per la petizione dove i cittadini possono recarsi a firmare tutte le ore. A Meldola la raccolta partirà sabato 4 agosto 2018, dalle 9 alle 12, con banchetto presso il loggiato di via Roma (fra edicola e chiesa di San Nicolò) , dalle 9 alle 12. In altri comuni si stanno organizzando in questi giorni. Il passo successivo è la formazione di comitati che possano interloquire con le amministrazioni e con Alea”.

I contestatori spiegano di essere animati “da un sincero amore per la tutela dell'ambiente” e di non sentirsi “rassicurati dalle poche informazioni fin qui ricevute”. Ed infine: “In più rimane la frustrazione di essere stati messi per l'ennesima volta davanti al fatto compiuto senza avere potuto minimamente partecipare alla scelta di un metodo che li coinvolgerà costantemente in prima persona per gli anni avvenire”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Predappio, Galeata, Meldola: fioccano le petizioni per chiedere modifiche al "porta a porta"

ForlìToday è in caricamento