menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Piano regionale dei rifiuti: la Romagna boccia in tronco la prima stesura

La Regione ha approvato in aprile il Documento preliminare al Piano regionale di gestione dei rifiuti. Entro il dicembre 2013 doveva essere predisposto, alla luce di un percorso partecipato, e approvato il nuovo Piano di gestione rifiuti che avrebbe validità fino al 31 dicembre 2020

La Regione ha approvato in aprile il Documento preliminare al Piano regionale di gestione dei rifiuti. Entro il dicembre 2013 doveva essere predisposto, alla luce di un percorso partecipato, e approvato il nuovo Piano di gestione rifiuti che avrebbe validità fino al 31 dicembre 2020. Ma arriva una bella batosta, probabilmente inaspettata da ben 7 Provincie su 9, che, dopo i primi 9 mesi di percorso condiviso, stroncano su due piedi il piano. La Romagna è compatta nel dire 'no'.

La notizia, riportata dal Resto del Carlino, arriva come un fulmine a ciel sereno, da un documento firmato dagli assessori provinciali di Forlì-Cesena, Ravenna, Rimini, Bologna, Faerrara, Piacenza e Reggio Emilia. Di fatto si contestano “poca innovazione, pochi contenuti e nessuna strategia operativa”, riporta il Resto del Carlino. Certamente non è poco, per un piano che dovrebbe avere validità fino alla fine del 2020.

In sostanza i firmatari contestano la mancanza di strategie per portare a termine gli obiettivi che il piano si prefigge, come quello di arrivare al 70% di raccolta differenziata entro il 2020. Il problema di come raggiungere questa percentuale, secondo gli assessori, non è risolto nel piano regionale. Inoltre, scrivono, “non c'è un bilancio complessivo della raccolta della materia, non viene promosso alcuno strumento per valutare l'impatto sulla salute”.

Poi il problema degli inceneritori. Nel documento riportato dal Resto del Carlino si legge: “Il piano ne riduce il ruolo solo in minima parte e non precisa come avviare lo smantellamento di quelli inutili”. Insomma ci sarà bisogno di modifiche non da poco per potere chiedere l'approvazione del piano.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Forlì è al centro del Nonprofit: il 23 aprile si terrà l'open day

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento