Predappio 'lancia' il nuovo gelato: al gusto del duce

La città di Predappio non ha finito di fare i conti con il suo passato ingombrante, ma soprattutto con quello del suo concittadino più noto, Benito Mussolini. Nasce il gusto di gelato che 'piace' all'estrema destra

La città di Predappio non ha finito di fare i conti con il suo passato ingombrante, ma soprattutto con quello del suo concittadino più noto, Benito Mussolini. Nonostante gli sforzi dell’Amministrazione locale di staccarsi di dosso l’etichetta di cittadina nostalgica, l’attrazione che esercita sui militanti di estrema destra rimane un business per molte attività del luogo. Comprese le gelaterie. Così ecco arrivare l’ultima novità, il gelato del duce.

Se lo è inventato una gelateria di viale Matteotti che propone ai suoi clienti un gelato a base di cioccolato fondente, lavorando con acqua anziché con il latte per rendere ancora più scuro il colore, quasi nero. La variante è decorare il gusto con un po’ di crema alla vaniglia, ribattezzata crema “Anni venti”.

La notizia, diffusa da “La Voce di Romagna”, è rimbalzata sulle cronache nazionali e ha toccato persino l’edizione on-line de “Il Fatto Quotidiano”, che nella sua homepage ha dato spazio per diverso tempo all’articolo sul gelato del duce preparato a Predappio.

Il lancio del nuovo prodotto arriva proprio a poche settimana dalla nuova ‘invasione’ di nostalgici che probabilmente si riverseranno sulla cittadina dell’appennino forlivese in occasione del 29 luglio, anniversario della nascita di Benito Mussolini. Con buona pace di chi, a cominciare dal sindaco Giorgio Frassineti, a più riprese ha lanciato appelli e proclami per interrompere questo genere di turismo nella città che ha dato i natali al duce.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pensioni dicembre: pagamento anticipato, il calendario per ritirarle alla Posta

  • Chiude supermercato in corso della Repubblica, ma non si spegne la vetrina e restano i servizi ai residenti

  • Dopo la morte del figlio, l'anziana titolare si ritira: la prima fabbrica di cioccolato della Romagna è in vendita

  • Violento schianto frontale sul rettilineo: grave una donna, soccorsa con l'elicottero

  • La rabbia del titolare del ristorante: "Lo Stato mi nega il ristoro, io riapro"

  • Lo storico marchio della piadina cambia di proprietà. La produzione resta a Forlì

Torna su
ForlìToday è in caricamento