rotate-mobile
Cronaca

Da Forlì a Santa Sofia, si attende la neve di San Valentino: i centimetri previsti. Sarà un weekend di ghiaccio

e prime raffiche di venerdì mattina annunciano il significativo cambiamento atmosferico che metterà fine ad una prima decade di febbraio decisamente mite, di circa quattro gradi oltre la norma

La Bora punge il Forlivese. Le prime raffiche di venerdì mattina annunciano il significativo cambiamento atmosferico che metterà fine ad una prima decade di febbraio decisamente mite, di circa quattro gradi oltre la norma. Come specificato giovedì da Pierluigi Randi, tecnico meteorologo certificato e meteorologo Ampro (Associazione meteo professionisti), la Romagna sarà investita da un afflusso di correnti alquanto fredde, che nei bassi strati proverranno dalle repubbliche baltiche, favorito dallo sviluppo di un anticiclone di blocco sull’Europa centro-occidentale che sta interrompendo il fluire delle correnti atlantiche umide e instabili ma anche miti. Questo determinerà un abbassamento delle temperature, che sarà molto sensibile e anche piuttosto rapido.

Oltre al freddo arriverà anche la neve, prevista tra venerdì sera e la prima mattinata di sabato: la saccatura in quota di origine artica, nella sua fase di approfondimento verso l'Italia aggancerà una piccola onda depressionaria proveniente dalla penisola iberica e dal Mediterraneo occidentale, il cui fronte nuvoloso transiterà nelle prossime ore. I fiocchi imbiancheranno anche la città, dove sono attesi tra i 2 ed i 5 centimetri, con il picco di precipitazioni sul Cesenate. Anche la bassa pianura e la fascia costiera vedranno un po' di neve, con minimo su ravennate settentrionale e massimo su riminese (una stima tra 0 e 3 centimetri). Più consistenti le precipitazioni attese nella fascia pede-montana, con una stima di 5-10 centimetri sulla bassa collina e 10-20 centimetri col salire di quota (ad esempio Santa Sofia). Il fine settimana si annuncia di ghiaccio: per sabato le minime oscilleranno tra 0 e -5°C, mentre le massime tra -2 e 1°C, mentre domenica complice il rasserenamento del cielo le minime precipiteranno tra i -8°C dell'entroterra ed i -4°C della pianura, mentre le massime tra -2°C e 5°C.

La Protezione Civile dell'Emilia Romagna ha diramato un'allerta meteo "gialla" per vento, temperature estreme e neve per sabato "si prevedono nella prima parte della giornata nevicate più consistenti sull'Appennino e collina romagnola, con valori cumulati tra 10 e 20 centimetri. Sul resto della regione le nevicate risulteranno residue con accumuli poco consistenti nella notte-mattina. E' prevista una forte avvezione fredda con massa d'aria proveniente da est, che determinerà un marcato abbassamento delle temperature che risulteranno in pianura e collina prossime a 0° C durante l'intera giornata, mentre nelle zone montane risulteranno inferiori a -4°C con punte in serata inferiori a -12°C. Si segnalano inoltre estese e diffuse gelate sull'intera regione". Il freddo non mollerà la presa neanche nei prossimi giorni. Informa l'Arpae: "L'aumento del campo di pressione porterà un periodo stabile, con cielo tra il velato e il nuvoloso per un flusso di aria umida nei bassi strati a metà periodo. Le temperature minime continueranno a diminuire nella giornata di lunedì, con valori fino a -6 gradi nelle aree di pianura e -9 gradi sui rilievi; quindi seguirà un progressivo aumento dei valori massimi e minimi".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da Forlì a Santa Sofia, si attende la neve di San Valentino: i centimetri previsti. Sarà un weekend di ghiaccio

ForlìToday è in caricamento