Cronaca Centro Storico / Viale Italia

Violenta rapina in una tabaccheria: picchia l'esercente e scappa. Si alza in volo l'elicottero per le ricerche

L'uomo è entrato nel punto vendita, acquistando alcuni gratta e vinci. Poi improvvisamente si è portato dietro il bancone, aggredendo il titolare di 69 anni

Non è passata inosservata nella prima mattinata di mercoledì l'attività dell'elicottero del 13esimo Elinucleo dell'Arma dei Carabinieri. Il velivolo ha partecipato, insieme a numerose pattuglie via terra, nelle ricerche di un bandito che intorno alle 8.30 ha rapinato la tabaccheria di Porta Schiavonia, nel piazzale al civico 6. Secondo una prima ricostruzione dei fatti, effettuata dai militari della Compagnia di Corso Mazzini, ad agire sarebbe stato un individuo di colore, presumbilmente africano.

ASSALTO IN TABACCHERIA: IL VIDEO DEI RILIEVI

L'uomo è entrato nel punto vendita, acquistando alcuni gratta e vinci. Poi improvvisamente si è portato dietro il bancone, aggredendo il titolare di 69 anni. Il malvivente ha picchiato il malcapitato esercente, rapinando l'incasso, circa 2mila euro. Dopodichè si è dileguato in sella ad una bici. Qualcuno ha cercato di inseguire il bandito, ma non sono riusciti ad intercettarlo.

PAURA ANCHE ALLE POSTE: TENTATA RAPINA A RONCADELLO

Subito è stato dato l'allarme alle forze dell'ordine. Carabinieri e Polizia si sono attivati nelle ricerche, battendo l'area del Parco Urbano e quella fluviale che costeggia il Montone. Si è alzato in volo anche l'elicottero del 112, che ha battuto palmo a palmo la zona, coordinandosi con le pattuglie di terra. Ma purtroppo dell'individuo nessuna traccia. L'esercente è dovuto ricorrere alle cure dei sanitari, venendo trasportato all'ospedale "Morgagni-Pierantoni". Non è in pericolo di vita, ma ha riportato lesioni all'addome e al volto. Ne avrà per 28 giorni. Resterà ricoverato in osservazione.

La polemica

Commenta il capogruppo in Consiglio comunale e coordinatore provinciale di Forza Italia, Fabrizio Ragni: "Questa volta, Davide Drei, solerte nei giorni scorsi nel prendere le parti di due africani coinvolti nella vicenda dei colpi con l'aria compressa, tace. La prova provata - sommando questa rapina agli altri tanti, tantissimi, casi che hanno visto gli stranieri protagonisti di reati gravi (risse, rapine, violenze sessuali e minacce) nella nostra tranquilla (un tempo) città di Forlì - che l'esternazione del sindaco altro non era che una facile copertura propagandistica, ideologica e retorica per offuscare la sua totale incapacità di governare il nostro territorio. Un  offo tentativo di ideologizzare il confronto politico, provando a far dimenticare ai suoi concittadini, quanto sia stato evidente e incontrovertibile  il mal governo  da lui e dalla sua giunta propinato alla nostra città".

"Corra subito, il sindaco Drei, a mettersi a disposizione come uomo e come amministratore all'italiano aggredito e rapinato da uno straniero a Porta Schiavonia. Dimostri, il signor Drei, di avere a cuore le sorti dei cittadini onesti, per primi quelli che nella nostra città: sono nati, hanno studiato, hanno lavorato, hanno pagato e pagano le tasse  e concorrono al benessere collettivo. Pronunci un discorso serio di piena solidarietà al tabaccaio Bruno, da tutti stimato e ben voluto nel suo quartiere, o per l'ennesima volta questo sindaco, politicamente incapace, darà prova della sua inadeguatezza al ruolo e dall'abissale distanza che lo frappone al sentire comune della nostra collettività".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Violenta rapina in una tabaccheria: picchia l'esercente e scappa. Si alza in volo l'elicottero per le ricerche

ForlìToday è in caricamento