menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Reddito di cittadinanza, in arrivo i progetti utili alla comunità in cui impiegare i beneficiari

Percepire il sussidio, infatti, impone anche l'impegno per 8 ore alla settimana in lavori socialmente utili, ma la mancanza di progetti da parte del Comune rende vano al momento tale obbligo

Partiranno entro un mese a Forlì i Progetti utili alla collettività, Puc, che concretizzano il reddito di cittadinanza. Percepire il sussidio, infatti, impone anche l'impegno per 8 ore alla settimana in lavori socialmente utili, ma la mancanza di progetti da parte del Comune rende vano al momento tale obbligo. Ma già da questa settimana, la Giunta vaglierà e approverà i progetti. Lo garantisce l'assessore al Welfare Rosaria Tassinari rispondendo lunedì pomeriggio in Consiglio comunale a un question time del Movimento 5 Stelle, spiegando che sono state superate le criticità legate al lockdown e al collegamento con il Centro per l'impiego. Sono, aggiunge, 134 i nuclei per cui è stato realizzato il patto di utilità e 39 sono stati esonerati. "Siamo in ritardo, a Forlimpopoli sono già partiti e così diamo cattivo esempio", commenta il pentastellato Daniele Vergini. Sono diversi i servizi del Comune interessati dai Puc, dall'archiviazione di documenti  alla mobilita' sostenibile, dal decoro urbano al presidio di parcheggi e bagni pubblici, fino al servizio di pre e post scuola, i servizi ai minori disabili e al centro donna. Per Vergini sono "ritardi che lasciano l'amaro in bocca: non si può incolpare il M5S del reddito di cittadinanza inteso come invito a stare sul divano, perché in verità il reddito di cittadinanza non spinge a questo".
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Casa

Come eliminare l'odore di fumo in casa: ecco i consigli

Attualità

"Non più soli", quattro posti alla Misericordia di Rocca San Casciano

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento