menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Romagna Acque risparmia 150mila euro con 5 nuovi impianti fotovoltaici

In ambito fotovoltaico, nel mese di agosto Romagna Acque ha completato ed allacciato alla rete ENEL cinque nuovi impianti fotovoltaici, realizzati presso altrettanti impianti di potabilizzazione o serbatoi della rete acquedottistica

Fra i principi che guidano l’attività di Romagna Acque-Società delle Fonti spa, c’è anche quello dell’uso razionale dell’energia, inteso come migliore sfruttamento delle risorse. E’ per questo motivo che la Società ha deciso di implementare gli investimenti volti a garantire a Romagna Acque una maggiore disponibilità di energia da fonti rinnovabili, con l’obiettivo d aumentare la quota di autoproduzione, “riducendo così la dipendenza da fornitori esterni e aumentando la sicurezza dell’approvvigionamento. Attualmente, la percentuale di energia da fonti rinnovabili autoprodotta dalla Società è del 13,2%; l’obiettivo è di arrivare entro il 2018 al 40%”, conferma il presidente Tonino Bernabè, intervenuto ad una conferenza stampa con l'amministratore delegato Andrea Gambi ed il responsabile area tecnica Guido Govi.

Gli investimenti riguardano sia il settore idroelettrico che quello fotovoltaico. In ambito idroelettrico, sono in corso diversi interventi. “Risale al 2002 la centrale idroelettrica di Monte Casale a Bertinoro”, ricorda Bernabè. In ambito fotovoltaico, nel mese di agosto Romagna Acque ha completato ed allacciato alla rete ENEL cinque nuovi impianti fotovoltaici, realizzati presso altrettanti impianti di potabilizzazione o serbatoi della rete acquedottistica. Gli impianti sono stati realizzati quasi interamente sulla copertura di edifici (quali serbatoi o impianti di sollevamento idrico) e quindi senza occupare o sottrarre suoli ad altri usi. L’energia elettrica prodotta verrà utilizzata principalmente per alimentare gli impianti della Società, riducendo quindi i prelievi dalla rete elettrica; l’energia in eccesso verrà ceduta alla rete ENEL.

La potenza complessiva di picco degli impianti realizzati è di 656 kw, e si prevede una produzione annua di circa 744.000 kwh. Tale produzione corrisponde al consumo medio annuo di circa 275, famiglie e permetterà di evitare l’emissione di circa 500 tonnellate di anidride carbonica all’anno. L’investimento complessivo per la realizzazione degli impianti, realizzati interamente da imprese del territorio romagnolo, è stato di circa 1 milione 300mila euro. Il beneficio economico complessivo che la società otterrà dalla gestione degli impianti (sommando i costi evitati di acquisto di energia elettrica, e gli incentivi erogati dal GSE per i prossimi venti anni) sarà pari a circa 150mila euro all’anno.

GLI IMPIANTI

Forlì Collina (1° e 2° lotto) realizzato sulla copertura del serbatoio interrato ubicato sulla via delle Caminate, in località Grisignano, con potenza di picco complessiva di 120 kw;

Forlì Montaspro, realizzato sulla copertura di edifici presso l’impianto di potabilizzazione e sollevamento di via Montaspro a Forlì con potenza di picco di 60 kw;

Capaccio, realizzato sulla copertura di edifici presso il potabilizzatore di Capaccio di Santa Sofia, con potenza di picco di 195,5 kw;

Faenza, realizzato sulla copertura del serbatoio interrato di Faenza in via Cornacchia, con potenza di picco di 85 kw;

Ravenna NIP1, realizzato sulla copertura delle vasche di accumulo del potabilizzatore di Ravenna ubicato in via Bassette, con potenza di picco di 195,5 kw.

E’ in previsione, infine, un ulteriore impianto fotovoltaico che verrà realizzato sul tetto della nuova sede di Romagna Acque, in via di realizzazione a Forlì nell’area retrostante l’attuale sede. Sono inoltre in corso studi di fattibilità per verificare la possibilità di realizzare altri impianti fotovoltaici nei siti dell’acquedotto con consumi elettrici particolarmente rilevanti, al fine di coprire con la produzione da fonte fotovoltaica almeno parte di tali consumi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento