menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sabato si celebra la 27esima Giornata Mondiale della Gioventù

Il tema scelto dal Santo Padre Benedetto XVI per la 27esina Giornata Mondiale della Gioventù, che verrà celebrata in tutte le Diocesi alla vigilia della Festività delle Palme, è incentrato sulla gioia, sulla letizia

Il tema scelto dal Santo Padre Benedetto XVI  per la 27esina Giornata Mondiale della Gioventù, che verrà celebrata in tutte le Diocesi alla vigilia della Festività delle Palme,  è incentrato sulla gioia, sulla letizia. Il motto scelto è, infatti, : “Siate sempre lieti nel Signore!”,  tratto dalla Lettera ai Filippesi (4,4. Proprio per esprimere e condividere la gioia con tutta la città, la Gmg diocesana si svolgerà sabato con una nuova modalità.

Alle ore 15.30 i giovani si ritroveranno in Piazza Saffi per muoversi poi a gruppi tra vari stand-gazebo (allestiti con il prezioso aiuto della Pattuglia di Protezione Civile dell’Agesci),  dove Agesci, Azione Cattolica, Fuci, Msac e Rinnovamento nello Spirito proporranno varie attività ispirate al messaggio del Papa per la celebrazione della giornata.  Immagini, parole, suoni: tutte le modalità espressive verranno utilizzate per esprimere gioia, ma anche per far riflettere sulla gioia che caratterizza il giovane cristiano.Dopo questo momento i giovani verranno invitati a entrare nella Basilica di San Mercuriale per un momento di preghiera e di testimonianza.

A raccontare la sua letizia sarà Don Dario Ciani, cappellano del carcere di Forlì, e fondatore del  Gruppo Sadurano, che accoglie un centinaio di persone con gravi disagi psichici e ospita l'unico esperimento italiano di uscita dagli ospedali psichiatrici giudiziari. La storia di Sadurano inizia nel dicembre 1975, quando, dopo un’intensa attività sociale a Forlì, don Dario diventa parroco di un piccolo borgo abbandonato ridotto in macerie, la cui chiesa era usata come fienile. Da qui inizia l’avventura di Sadurano, che ha come vocazione la difesa dei più deboli, tra cui i carcerati, i tossici e i malati mentali, e che per questo è diventato emblema dell’accoglienza e della solidarietà.  Sacerdote che dunque ha vissuto la sua gioia nella straordinarietà di queste esperienze, parlerà ai giovani anche della gioia vissuta nell’ordinarietà, nella quotidianità.
Seguirà l’intervento del Vescovo che presenterà il Messaggio del Papa, dopo il quale i giovani porteranno all’altare le riflessioni, le idee e i pensieri che saranno scaturite dalle attività nei vari stand. La gioia si esprimerà anche nei canti proposto dal Coro dei giovani, coordinato da Marco Laghi.

La festa continuerà poi nel salone di San Mercuriale con il Poparty, organizzato da Unitalsi, Ac, Gruppo Cuoio e Gruppo Sappada. Il Poparty è un’iniziativa nata due anni fa per offrire ai giovani disabili la possibilità di avere un momento di festa con altri giovani, che scelgono di vivere un sabato sera alternativo, a servizio degli altri, ma anche aperti all’incontro e a nuove amicizie! Il Poparty non è altro che una serata insieme con una cena, musica, giochi e tanta allegria, capace di riempire il cuore dei giovani che decidono di parteciparvi! Ecco una delle tante espressioni di gioia della Diocesi che arricchiscono la celebrazione Giornata mondiale della Gioventù 2012!





 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento